Visita alla cupola del Guercino – Duomo di Piacenza 

Da pochi giorni nella mia città si è conclusa l’iniziativa “Guercino a Piacenza“.

In realtà sarebbe dovuta finire il 4 giugno, ma visto il successo che aveva avuto si era deciso di concludere solo la mostra nella Cappella Ducale di Palazzo Farnese e di continuare a dare la possibilità di salire all’interno della cupola del Duomo di Piacenza e vedere da vicino gli affreschi del Guercino, fino al 4 luglio.


Devo ammettere che ero davvero curiosa di visitare la Cupola del Duomoe così non appena ne ho avuto la possibilità ho subito prenotato la visita.

La mia esperienza non può essere che positiva. Sinceramente non mi aspettavo una visita così interessante e, a parer mio, completa.

La visita alla cupola durava 50 minuti circa. La guida introduceva la visita con una breve storia del Guercino e della cupola. Si aveva la possibilità di visionare alcuni manoscritti del Guercino riguardo i compensi ricevuti, dato che era un uomo preciso e meticoloso.

Dopodiché ci si sedeva in cerchio per visionare un video che raccontava passo dopo passo il lavoro del Guercino. Davvero un video ben fatto.


Alla fine del video la guida invitava a raggiungere la cupola. La cupola si raggiungeva salendo degli scalini in cunicoli abbastanza stretti, motivo per il quale era sconsigliata la visita a chi soffre di claustrofobia. Durante la salita verso la cupola si visitava anche il matroneo, nel quale era stata allestita una “mostra” di resti archeologici trovati durante gli scavi. Dal matroneo era possibile affacciarsi ed avere una visione insolita della navata centrale.


Una volta raggiunta la cupola non posso spiegarvi l’emozione.. Indescrivibile poter vedere da così vicino gli affreschi del Guercino. Il tutto era ancor più bello grazie alla musica (c’erano in dotazione delle cuffie per ognuno dei visitatori) e alle luci, che danzavano a ritmo delle note musicali.

Per concludere in bellezza prima di scendere verso l’uscita, si poteva godere della vista del centro storico di Piacenza grazie ad una finestra creata appositamente in corrispondenza del rosone.


Spero abbiate avuto in tanti l’opportunità di visitare la mostra e la cupola, perché era davvero una bellissima esperienza.

Per chi non l’avesse visitata lascio qualche foto, anche se le foto in certi casi non rendono giustizia.


Ioviaggiocosi.

_____________________________________________

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *