Piran e Izola: al mare in Slovenia

Quest’estate oltre ad aver visitato l’entroterra della Slovenia, ci siamo concessi anche qualche giorno di mare.

Infatti gli ultimi due giorni del nostro viaggio li abbiamo passati sulla costa slovena.

Alloggiavamo in un appartamento a Izola, bellissima cittadina di porto, un tempo abitata da pescatori. Il centro storico medievale è rimasto simile a quello del tempo. Ci sono vie strettissime e case addossate una all’altra. Le cose più importanti da vedere a Izola sono:

  • il Palazzo Besenghi degli Ughi, esemplare di architettura del tardo barocco, costruito nel 1781 e restaurato di recente;
  • il Duomo di S. Mauro costruito nel 1547 sul luogo di una struttura romanica;
  • il Palazzo Manzioli, esemplare di architettura gotico-veneziano, costruito nel 1470. Oggi è sede di un caratteristico Wine Bar. Ve lo consiglio la sera per un dopo cena;
  • il porto, che è ricco di ristorantini vista mare, dove poter fare ottime mangiate di pesce;
  • il lungomare, perfetto per una passeggiata al chiaro di luna.

Noi abbiamo dedicato poco tempo a visitarla, poiché abbiamo deciso di andare in spiaggia a Bele Skale. Il mare era limpidissimo. Vi consiglio di portare le scarpe da scoglio altrimenti faticherete ad entrare in acqua. La spiaggia non era affollata, a differenza del mare dove poco lontano la costa erano ancorati diverse barche. Come dare torto.. Bele Skale è davvero bella! Inoltre è possibile portare con voi il vostro amico a quattro zampe.

Qui vicino abbiamo trovato anche una spiaggetta attrezzata con un chiosco direttamente sul mare. Ottimo per bere qualcosa di fresco e stuzzicare per merenda.

La sera abbiamo cenato sul porto in un ristorante (trovate tutti i dettagli nel post Lubiana, cosa e dove mangiare?).

Il giorno dopo lo abbiamo dedicato a Piran, che dista 10 minuti da Izola.

L’unica cosa negativa è il parcheggio per i turisti, solo a pagamento e appena fuori la città. Detto questo, Piran è davvero una bellissima località di mare. E’ la città natale del violinista e compositore Giuseppe Tartini, a cui è stata dedicata la piazza principale. Il centro storico è davvero ben conservato. Ci sono ancora palazzi gotici, tipici veneziani ed è ancora visibile l’antica mura di cinta che un tempo proteggeva la città.

Appena arrivati ci siamo fermati in uno dei bar di Piazza Tartini. Vi ricordo che in questa piazza c’è un’antica cioccolateria, che vale la pena provare.

Se come noi avete una giornata a disposizione, ecco cosa non dovete perdervi:

  • il Mandracchio, porticciolo dove se avete fortuna vedrete i pescatori all’opera;
  • Piazza Tartini sulla quale si affacciano diversi edifici: la Casa Veneziana, il Palazzo del Comune, la Casa Barocca, il Palazzo Apollonio, il Palazzo Pretorio e la Loggia;
  • la Chiesa di San Giorgio, che si raggiunge seguendo una stradina da Piazza Tartini. Dalla Chiesa potrete godere di una vista spettacolare, soprattutto dal campanile;
  • il chiostro dei Frati Minori, gioiellino architettonico tutto bianco. Scendendo dalla Chiesa di San Giorgio lo si incontra in una delle stradine che porta Piazza Tartini;
  • il lungomare, che vi porterà fino alla Punta. Sul lungomare trovate tanti ristoranti e taverne tipiche;
  • le mura antiche, che si raggiungono salendo a piedi. Una salita che vale la pena fare.. la vista da lassù è magnifica.

Non pensavo di dirlo, ma queste due città di porto mi hanno davvero affascinata. Perciò se siete nei dintorni andatele a visitare!

Qui il Vlog su YouTube Piran e Izola: al mare in Slovenia.

Ioviaggiocosi.

____________________________________________

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *