Lisbona in 5 giorni

Siamo tornati da qualche settimana da una delle città che più ci ha sopreso: Lisbona.

Andrea è da tantissimo che voleva visitarla, così abbiamo voluto dedicarle 5 giorni per poterla visitare il più possibile.
In realtà ci siamo resi conto che forse non bastano, ma di sicuro siamo rimasti soddisfatti e siamo riusciti a vedere ciò che avevamo messo in programma.

Alloggio

Alloggiavamo in una fantastica struttura che vi consigliamo davvero per un soggiorno meraviglioso in città.
La struttura si chiama Flores Guest House e si trova in Praça das Flores, una piazzetta verde davvero particolare. Nella piazza c’era tutto l’occorrente per ogni esigenza: un supermercato aperto sino alle 21.00, una farmacia, locali per pranzo e cena, un chiosco per il pomeriggio e tanti bar.
La Guest House è gestita da ragazzi giovani che ci hanno davvero coccolati. Ogni mattina veniva servita una colazione completa direttamente in camera. Infatti lasciavano appeso ad ogni porta un cestino ricco di cosine da mangiare. Ognuno poteva gustarlo nella propria stanza oppure in compagnia sulla terrazza comune! Fantastico vero?

Il nostro itinerario è cominciato di sabato pomeriggio, si è interrotto la domenica (poiché abbiamo deciso di dedicarla a Sintra, Cabo da Roca e Cascais) ed è ricominciato il lunedì, terminando poi il giovedì mattina.
Qui vi lasciamo le nostre giornate, così da poter prendere spunto per il vostro itinerario!

Giorno 1

Siamo arrivati nel pomeriggio, così abbiamo deciso di incamminarci verso LX Factory per poter fare un aperitivo con vista al tramonto. E ci siamo riusciti! Abbiamo camminato per un bel po’.. su e giù per le strade della capitale, ma ne è valsa la pena perché abbiamo potuto apprezzare la parte meno turistica di Lisbona.
Lx Factory è davvero meraviglioso, ma ve ne parleremo più avanti in maniera approfondita.


Da uno dei locali, il Rio Maravilha, è possibile godere di un panorama meraviglioso. Si è a Lisbona, ma si respira l’aria di Rio e San Francisco.. perché?! Guardate la foto e capirete al volo!

Abbiamo deciso di cenare qui in uno dei locali all’aperto e abbiamo passato una stupenda serata.

Giorno 2 – Sintra, Cabo da Roca e Cascais

Di questa giornata dedicheremo un post a parte poiché sarebbe impossibile riunire il tutto in questo.

Giorno 3

Il terzo giorno siamo partiti alla vera scoperta di Lisbona e per prima cosa abbiamo visitato il Convento do Carmo, distrutto dal terremoto del 1755 e dal successivo incendio. La particolarità della chiesa è avere come tetto il cielo. Se si è fortunati e si capita in una giornata di sole, il contrasto è davvero affascinante!
Dopo la visita al museo archeologico del convento, ci siamo diretti verso uno degli elevador più conosciuti: Elevador Santa Justa. Da qui abbiamo ammirato la città in tutte le direzioni possibili.. davvero magico!

Dopo un pranzetto a base di Pastel de Bacalhau abbiamo fatto un giro sul famosissimo Tram 28, un’icona della città! Il tram ci ha portato in giro per salite, discese e piazze.. davvero divertente!
Scesi dal tram ci siamo diretti verso un altro dei punti panoramici di Lisbona: Castel Sao Jorge.
Nei pressi del castello abbiamo anche fatto una merenda con i golosissimi Pastel de Nata e poi ci siamo diretti verso uno dei quartieri più caratteristici: l’Alfama.
Ci siamo persi tra le sue viuzze ed abbiamo anche trovato un ristorantino stupendo (presto ve ne parleremo) dove abbiamo cenato con piatti portoghesi.

Giorno 4

Il quarto giorno abbiamo deciso di dedicarlo a Belém, un quartiere che si può raggiungere comodamente con il tram. Siamo partiti da Praça do Comércio ed in meno di venti minuti siamo arrivati davanti al primo dei monumenti che volevamo visitare: il Monastero dos Jerónimos. Si tratta di un bene protetto dall’Unesco e non è difficile capirne il motivo.


La coda era davvero lunghissima e con il senno di poi vi consigliamo di prenotare la visita, a meno che, come noi, non abbiate la Lisboa Card che nonostante la fila permette l’ingresso gratuito.
Dopo una veloce pausa pranzo abbiamo dedicato qualche ora ad una delle passioni di Fede.. l’arte. Così abbiamo visitato il Museu Coleção Berardo, visitabile ad un prezzo davvero mini.


Dal Museo ci siamo poi spostati alla famosa Torre di Belém, che vista quasi al tramonto è ancora più bella!


Infine abbiamo raggiunto il Monumento alle Scoperte (Padrão dos Descobrimentos), costruito per celebrare i 500 anni della morte di Enrico il Navigatore.
La serata l’abbiamo passata in un ristorantino molto particolare a tema farmaceutico, di cui vi parleremo più avanti.

Giorno 5

Finalmente il quinto giorno siamo riusciti a visitare il Museo degli Azulejos, che tanto ci aveva colpito nelle foto viste prima di partire.
E’ davvero il nostro mondo.. e di chiunque sia innamorato degli azulejos!


Il Museo merita una visita di alcune ore, soprattutto per le numerose stanze e i vari edifici al suo interno.
Noi ci siamo stati quasi tutta la mattina, per poi muoverci in direzione Parque das Nações. Si tratta di un quartiere che si trova nella zona orientale di Lisbona, costruito nei pressi dell’estuario del Tago in occasione dell’Expo 98. Qui si trova anche l’Oceanário, il famoso acquario dedicato agli oceani.


Abbiamo anche fatto una divertente esperienza grazie al consiglio letto sul blog di Serena “I Frattempi Della Mia Vita“. Grazie alla nostra amica blogger abbiamo scoperto l’esistenza di  Telecabine Lisbon, una funivia il cui viaggio dura dagli 8 ai 12 minuti, con vista sul fiume Tago. Da quassù si possono ammirare: il Parco delle Nazioni, l’Oceanário, la Doca dos Olivais e da lontano la stazione d’Oriente, la Torre Vasco da Gama e il ponte Vasco da Gama.


La restante parte della giornata l’abbiamo dedicata allo shopping. Chiaramente non potevamo partire senza prima aver comprato azulejos a non finire e liquori alla ciliegia!

Giorno 6

Il giorno del ritorno.. Ci siamo alzati e dopo l’ultima colazione in camera abbiamo dato il nostro arrivederci a Lisbona.. ma non prima di aver mangiato l’ultimo Pastel de Nata!

consigli

  • scarpe comode.. e mai come questa volta sono così fondamentali! Lisbona è costruita su sette colli.. ciò significa che è un continuo saliscendi.. Non vi diciamo quante salite, discese, scalini in salita e scalini in discesa abbiamo fatto! Questo è anche il suo bello, ma vi consigliamo di essere comodi e trovare le scarpe adatte a camminare per poterla scoprire passeggiando!;
  • Lisboa card.. Per noi è stata estremamente utile. Abbiamo utilizzato quella da 72h, gentilmente offerta dall’ente turistico Turismo de Lisboa. Grazie a questa carta potevamo utilizzare tutti i mezzi pubblici, avere numerose scontistiche e anche biglietti gratuiti per alcuni luoghi d’interesse!
  • trasporti pubblici.. Se non avete la Lisbona Card, vi consigliamo di munirvi di Viva Viajem, la carta per i trasporti della città. La carta ha un costo di 0,50 cent ed è ricaricabile.

Presto arriveranno altri articoli dedicati a questo viaggio.. non perdeteveli!

Ioviaggiocosi.

_____________________________________________

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.