Ortica tra storie e street art con XCityTours

Domenica pomeriggio abbiamo partecipato ad un evento molto particolare: un Tour Quiz nel quartiere Ortica di Milano, organizzato da Elena di Milano Sguardi Inediti e Alisa di XCityTours.

Il tour prevedeva un’itinerario alla scoperta di questo storico quartiere ed era incentrato sulla street art.
Non avevamo mai partecipato ad un tour che prevedesse un’impostazione simile ad una caccia al tesoro.
Ci siamo divertiti davvero tanto!

XCityTours

XCityTours nasce nel 2015 con l’obiettivo di far conoscere le città in un modo del tutto nuovo.
Da subito hanno cominciato ad organizzare cacce al tesoro culturali, diffondendo così le loro conoscenze delle città in modo non convenzionale. XCityTours si avvale di diversi tour, differenziati dal punto di vista delle finalità. Ci sono tour divertenti alla scoperta di una città, tour che si concentrano sull’educazione o sul team building. Sono adatti a tutti: giovani, persone curiose, avventurosi, aziende e famiglie con bambini piccoli o grandi.
A rendere il tutto ancor più interessante, si aggiunge l’elemento della competizione, rendendo più coinvolgente l’esperienza del tour.

Il quartiere Ortica

Ortica è una delle periferie più particolari di Milano. Non lo conoscevamo, ma ci ha subito colpito per i suoi colori e la sua storia.
Non tutti sanno che qui un tempo vi era la fabbrica Richard Ginori, area oggi riqualificata con loft, un birrificio, studi ed uffici.
Ad Ortica si trovava anche l’istituto Martinitt, che ospitava gli orfani milanesi dal XVI secolo. Ed è sempre qui che è nata una delle balere più famose: la Balera dell’Ortica, lo storico dopo lavoro ferroviario.
Inoltre grazie al progetto “ORME Ortica Memoria“, il quartiere sta diventando un vero e proprio museo a cielo aperto con tante opere di street art firmate da Orticanoodles.

Il tour quiz

Il tour è cominciato al Teatro Martinitt, dove Elena e Alisa ci hanno suddivisi in squadre da 3/4 persone.
Ci hanno poi consegnato la mappa del quartiere, un libretto dove trovavamo aneddoti e storie legati ai vari punti che dovevamo esplorare, l’elenco delle regole e missioni e un braccialetto di riconoscimento.

Noi eravamo in squadra con Thea, blogger di Doing Italy.

Il tour era focalizzato sulla street art e le curiosità legate alla storia del quartiere. E’ così che abbiamo avuto la possibilità di conoscere Ortica divertendoci.

Durante il percorso abbiamo visto i murales dedicati al ‘900 come ad esempio quello qui sopra e in foto copertina dell’articolo. Vi sono rappresentati i volti di cantanti legati al quartiere Ortica.

Uno dei più famosi è quello dedicato al quartiere Ortica. Ortica deriva da orto, perchè un tempo dove ora sorge il quartiere vi erano i campi. Il murales unisce poi il passato con il presente poiché i papaveri stanno a simboleggiare le vittime della Guerra Mondiale.

Vicino si trova il muro dei lavoratori. Qui sono rappresentate le lotte dei lavoratori milanesi volte a raggiungere una migliore condizione. Se si fa attenzione, si distinguono alcuni loghi di brand come Richard Ginori e Lambretta.

Il muro della Cooperazione invece si trova proprio dove nel 1953 nacque la Cooperativa Edificatrice di Ortica. Troviamo raffigurati diversi volti tra cui Marx e Gesù.

In una galleria vi è anche il muro dedicato alle due Guerre Mondiali e agli alpini per onorare chi la guerra l’ha dovuta fare. Ci sono scritte che riportano il numero di deceduti, feriti e dispersi che fanno davvero rabbrividire.

Uno degli ultimi murales visti è stato quello dedicato allo sport, dipinto sulla recinzione esterna dello storico Centro Sportivo Scarioni. Questo è un vero e proprio omaggio alle squadre simbolo della città e a tutti gli atleti nel mondo diventati promotori di battaglie sociali notevoli. Ci sono ritratti di dodici grandi dello sport del ventesimo secolo: Gianni Rivera, Sandro Mazzola, Pietro Mennea, Gino Batali, Fausto Coppi, Deborah Compagnoni, Sara Simeoni, Nadia Comaneci, Novella Calligaris, Martina Navratilova, Wilma Rudolph, Muhammad Ali.

Il tour finiva all’interno di Cascina Sant’Ambrogio, che oltre ad avere origini antiche, ha al suo interno una chiesa romanica con un affresco risalente al Trecento.
Grazie al progetto Cascinet oggi è un vero e proprio luogo restituito ai cittadini. Vi è un fitto programma di eventi didattici per scuole, vi si trovano gli orti sociali e durante l’estate vengono organizzate feste, concerti aperitivi.
Noi abbiamo preso parte alla festa della musica, chiudendo la giornata con un brindisi in compagnia.

Perché partecipare a Ortica Tour Quiz

  • è un’esperienza interattiva, coinvolgente e divertente
  • si seguono itinerari insoliti
  • sono luoghi che non ci si aspetta di vedere
  • si scoprono nuove storie e curiosità

Se vi abbiamo convinti, potete prenotarvi per il prossimo tour che si terrà il 7 luglio e iscrivervi direttamente sul sito di XCityTour.

Se nel frattempo volete vivere virtualmente con noi il tour non perdetevi il video sul nostro canale YouTube: Ortica tra storie e street art.

Ioviaggiocosi.
___________________________________________________________

2 Replies to “Ortica tra storie e street art con XCityTours

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.