Non siamo mai stati in Friuli Venezia Giulia, anche se ci piacerebbe molto.

Grazie a Ele e Chris di Insolito Tram Travel abbiamo scoperto alcune chicche pazzesche riguardo Udine e la sua provincia. Non pensavamo fosse una zona così ricca di cose da visitare.

Date un’occhiata alle 10 cose che ci consigliano di vedere e diteci se non vi verrebbe voglia di partire adesso!

Udine è una città molto raccolta. È una di quelle città che definiremmo giuste. Nè troppo piccola, nè troppo grande. La classica “città in cui vivrei”. Una città il cui centro cittadino è visitabile in una mattinata ma che non è troppo distante da diverse mete che hanno segnato la storia e la tradizione del Friuli Venezia Giulia e dell’Italia.

Qui di seguito faremo una rassegna di dieci cose da vedere a Udine e nei suoi dintorni e lo faremo con l’occhio di chi ci ha vissuto per tre anni durante il periodo dell’università. Iniziamo!

Cosa vedere a Udine

Il centro città

Il centro di Udine è molto contenuto, percorribile da parte a parte in circa 15 minuti a piedi. Generalmente esso viene fatto iniziare dalla Porta di Via Aquileia e terminare in Piazzale Osoppo. A circa metà strada troverete il cuore pulsante della città, nonché il punto dove sono ubicati i palazzi più importanti ma, prima di conoscerli, facciamo una veloce carrellata di quelle che potrebbero essere altre mete d’interesse del centro:

  • Piazza primo maggio: una grande piazza verde nella quale in estate si ritrovano numerosi udinesi per prendere il Sole
  • Parco Moretti: ubicato dalla parte diametralmente opposta di piazza primo maggio è un altro dei parchi di Udine (ne troveremo uno anche al castello).
  • Palazzo Antonini: sede dell’Università di Udine è uno dei palazzi più grandi ed appariscenti della città. Così come lui vi sono diversi altri palazzoni che adornano il centro cittadino, per cui vi invitiamo a camminare sempre con il naso all’insù!

La loggia del Lionello

Fatta questa veloce carrellata dei posti “meno appariscenti” addentriamoci nel vivo della visita.

Camminando nel centro cittadino vi imbatterete di certo in un crocevia di strade a cui fanno da contorno la loggia del Lionello e la o torre dell’orologio. La loggia del Lionello, realizzata in stile gotico veneziano, presenta al suo interno diversi bassorilievi ed è uno dei più begli esempi architettonici della città. Vi invitiamo ad entrare tra i colonnati e sbizzarrirvi cercando di ottenere delle fotografie molto scenografiche sfruttando l’architettura della loggia!

La torre dell’orologio

Voltando le spalle alla loggia vi imbatterete nell’altra celebre “attrazione” di Udine: la torre dell’orologio che spicca sopra la Loggia di San Giovanni. Essi, assieme alla loggia del Lionello vanno a comporre la piazza della libertà, impreziosita ulteriormente da diverse statue e colonne, una delle quali commissionate nel 1819 per celebrare il trattato di Campoformido.

Il castello di Udine

Una visita a Udine non può prescindere da una visita al suo castello che si erge maestoso su una collina proprio al centro della città. La salita è molto semplice, non durerà più di 10 minuti e vi porterà al cospetto dell’edificio più importante, circondato da giardini nei quali solitamente gli udinesi vanno a ristorarsi o prendere il sole nelle giornate estive.

Potete salirvi sia “da davanti” dalla salita ubicata a fianco alla torre dell’orologio, o “da dietro” partendo da Piazza Primo Maggio.

La cattedrale di Santa Maria Annunziata

Sebbene importantissima, sia storicamente che artisticamente, la cattedrale non è posta al centro di Udine, come generalmente accade in altre città. Questo non deve comunque spaventarvi visto che il duomo si trova a circa 2 minuti di distanza dalla piazza della libertà. L’entrata è gratuita, per cui una visita non può di certo mancare!

I dintorni di Udine

Come avete visto il centro di Udine, di per se, ha poco da offrire e, nell’arco di una mattinata, potrete ritenere di aver fatto una visita più che soddisfacente che comprenderà tutti i posti sopra citati ed alcune altre chicche che incontrerete giocoforza durante il cammino.
Tuttavia, non troppo distante dalla città, vi sono numerose altre mete meritevoli di menzione.
Qui di seguito vi riportiamo diversi luoghi d’interesse distanti non più di mezz’ora da Udine.

San Daniele del Friuli e dintorni

Di San Daniele ne avrete di certo sentito parlare al supermercato. Qui infatti vengono realizzati alcuni tra i prosciutti più venduti in Italia e sempre qui potrete trovare diversi prosciuttifici che permettono di essere visitati, con tanto di degustazioni.
Tuttavia una visita a San Daniele non deve per forza essere esclusivamente culinaria visto che poco distante si trovano i centri di Gemona e Venzone, due dei paesi maggiormente colpiti dal terremoto del 1976 e luoghi ideali per ripercorrere e capire la storia di quei momenti.

Villa Manin

Villa Manin è probabilmente la villa più importante e bella della regione. È circondata da un parco molto grande e al suo interno potrete apprezzare arredi e stili di vita dei dogi veneziani. Essa gode di tre caratteristiche uniche:

  • fu la sede dell’ultimo doge di Venezia
  • vi dormì Napoleone Bonaparte (e potrete ammirare il letto nel quale si riposò)
  • probabilmente vi venne firmato il trattato di Campoformido

Abbiamo parlato nel dettaglio di tutto ciò nel nostro articolo dedicato alle curiosità del Friuli Venezia Giulia!

Cividale del Friuli

Dalla parte diametralmente opposta rispetto a Villa Manin troviamo Cividale del Friuli, uno dei 6 patrimoni Unesco ubicati in Friuli Venezia Giulia. Qui sono da vedere di certo il ponte del diavolo e l’area dedicata ai resti longobardi.

Palmanova

La città a forma di stella. Palmanova è celebre per la sua particolare cinta muraria, unica nel suo genere, tanto da valerle, anche in questo caso, una menzione tra i patrimoni UNESCO in quanto simbolo dell’arte difensiva della Serenissima. Molto famosa è la rievocazione storica che viene fatta in città per cui, se siete amanti del genere, vi consigliamo di organizzare una visita in occasione di essa.

Aquileia

Ultima, ma non per importanza, Aquileia, una delle città cruciali dell’impero romano, nonché una di quelle nelle quali esso si è meglio conservato. In città potrete ammirare fori e rovine dell’impero che fu e nel museo potrete entrare in contatto con gli usi e costumi dei romani di 1700 anni fa. Ovviamente anch’essa rientra nel novero dei patrimoni UNESCO Friulani.

Conclusioni

Come avete potuto constatare, Udine risulta essere molto contenuta ed i suoi luoghi d’interesse sono ubicati a pochi passi l’uno dall’altro. Questo fatto rende la visita al centro di Udine molto veloce, lasciando spazio per una o più escursioni nei dintorni che offrono, invece, numerosi spunti validi per diversi “tipi di viaggiatore”.

Chiudiamo ringraziando tanto Fede e Andre per averci dato l’occasione di presentarvi alcune delle chicche della nostra regione!

4 Replies to “10 cose da vedere a Udine e dintorni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.