Lo scorso weekend siamo partiti alla scoperta di una regione italiana ancora mai visitata: l’Abruzzo.

Insieme a Daniele e Alice, i nostri amici blogger di Rossi in fermento, abbiamo passato un meraviglioso fine settimana.

La nonna di Daniele vive in un paesino vicino a Vasto: San Giovanni Lipioni, che è stata la nostra base per visitare i dintorni.
Inoltre grazie a Daniele e Alice che conoscevano già i posti, abbiamo potuto assaporare ogni momento.

Siamo partiti la sera del venerdì e tornati la domenica dopo cena. Un weekend all’insegna di nuove scoperte a ritmo lento.

SABATO

Il sabato mattina dopo una ricca colazione con prodotti abruzzesi, siamo partiti per il mare.

Abbiamo raggiunto la riserva naturale di Punta Aderci, un’area naturale protetta situata nel comune di Vasto, in provincia di Chieti.
E’ qui che ci siamo trovati di fronte ad una meravigliosa spiaggia in sassolini e con un mare cristallino. A completare il quadro, un Trabocco. Infatti questa zona è famosa per i Trabocchi.

La Costa dei Trabocchi è un tratto di litorale del Medio Adriatico, che corrisponde alla maggior parte della costa in provincia di Chieti. Queste antiche macchine da pesca su palafitta pare risalgano al XVIII secolo.

La spiaggia è libera e noi dopo aver posato i salviettoni ci siamo subito buttati in acqua.

Per pranzo siamo tornati a casa, dove la nonna di Dani ci aveva preparato piatti tradizionali da leccarsi i baffi.

Dopo un piccolo riposino, ci siamo incamminati per visitare il borgo si San Giovanni Lipioni. Ce ne siamo davvero innamorati: vicoli, porte e finestre colorate, stradine di ciottoli.. una meraviglia per gli occhi!

Vi consigliamo di salire fino alla Chiesa di Santa Maria delle Grazie. Trovandosi in posizione sopraelevata, si gode di una vista pazzesca sulla vallata.
Questa chiesa, che domina il nucleo storico del paese, risale al XVIII secolo.

Nel tardo pomeriggio ci siamo spostati a Vasto. Abbiamo fatto un aperitivo nell’Enoteca Sideways: una vera scoperta.
Alessandro, il proprietario ci ha proposto un vino tipico biodinamico davvero molto interessante. Si tratta di Launegild- Chardonnay Colline Pescaresi della Società Agricola Nicoletta De Fermo.
Il calice è stato accompagnato da bruschette con pomodori spagnoli e bruschette con acciughe e burrata.

Dopo il bicchiere di vino ci siamo spostati nel centro storico fino a raggiungere il Belvedere.. una vera magia!
Il vero nome sarebbe “Loggia di Amblingh“, conosciuto poi più comunemente come “belvedere”.
Da qui si può godere di una vista panoramica su Vasto Marina.
A pochi passi si trova anche la celebre “Scalinata Rossetti“, che alcuni anni fa è stata oggetto di restyling. Infatti è stata decorata con mattonelle tradizionali e su alcuni gradini vi sono stati riportati i versi del poeta Gabriele Rosetti, che egli stesso dedicò alla sua città.

Complice il tramonto, è stato davvero molto romantico. Da qui abbiamo fatto una bella camminata panoramica fino a raggiungere il ristorante scelto dai nostri amici: Castello Aragona.

Non sapevamo dove ci avrebbero portato per cena, ma mai più potevamo immaginare un ristorante con vista panoramica. Cena a base di pesce e tante belle chiacchiere.

DOMENICA

La domenica mattina dopo un’altra splendida colazione tipica, siamo andati a scoprire una cantina in Molise.
La casa della nonna di Dani, infatti, dista meno di una mezzora dal Molise (che esiste!!!).

Così su consiglio dei nostri amici wineblogger abbiamo conosciuto la realtà di Claudio Cipressi.

Questa azienda vinicola si trova a San Felice Del Molise (Campobasso), produce vini autoctoni come il Tintilia del Molise, liquori, grappe ma anche pregiato olio extravergine di oliva. Segue un metodo rigorosamente biologico per la coltivazione in vigna.

Abbiamo degustato diversi vini e dato che ci sono piaciuti particolarmente, abbiamo deciso di acquistare alcune bottiglie:

  • Le Scoste, Molise Trebbiano DOP
  • Collequinto, Tintilia del Molise DOP rosato
  • Settevigne, Tintilia del Molise DOP

Nel pomeriggio ci siamo rimessi in auto e siamo partiti verso casa. Abbiamo passato un weekend davvero ricco di nuove scoperte e non vediamo l’ora di poter tornare in Abruzzo e scoprire ancora qualcosa in più di questa bellissima regione italiana.

Ioviaggiocosi.
___________________________________________________________

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.