Quattro giorni tra Merano e dintorni

Ad inizio settembre siamo stati ospiti dell’Hotel Westend a Merano.

Per noi era la prima volta che soggiornavamo in città. L’avevamo visitata di sfuggita in una giornata durante il rientro dal viaggio dello scorso anno nell’est Europa.
Mai, ma proprio mai, ci saremmo immaginati di innamorarci così tanto di questa città.
Amiamo l’Alto Adige e ve lo abbiamo detto e ridetto più e più volte.. e Merano ha tutte le caratteristiche della città altoatesina che a noi fanno impazzire: cultura, natura, enogastronomia eccellente e relax!

Siamo stati a Merano per quattro giorni e abbiamo fatto tante cose, cercando di sfruttare al meglio le giornate.
Siamo stati alle Terme e ai Giardini Trauttmansdorff, di cui vi abbiamo già parlato, ma non solo!

Di seguito trovate tutto quello che abbiamo visto, visitato ed esplorato in città e dintorni.

Passeggiata Lungopassirio

Il primo giorno siamo partiti alla scoperta della città.
Abbiamo percorso la meravigliosa passeggiata lungo il fiume Passirio, costruita in seguito all’ultimo straripamento che devastò la città di Merano. Così nel 1817 venne sistemato il muro arginale e realizzata poi negli anni successivi la Passeggiata Lungopassirio.
Ad oggi è stata nuovamente ampliata con l’aggiunta di aiuole e panchine.

Percorrendo questa via pedonale incontrerete la Chiesa Evangelica. Vi consigliamo di visitarla entrando dal giardino adiacente alla passeggiata.

Rione Steinach

Passeggiando verso il centro abbiamo raggiunto la parte più antica della città: Rione Steinach, dove si respira il profumo fresco del Medioevo.
Oltrepassando la Passeiererer Tor troverete iscrizioni di vecchi negozi e attività commerciali dimenticati.
Impossibile non innamorarsene!

Oltre ai negozietti, vi troverete di fronte anche il meraviglioso Duomo di Merano.

Passeggiata Tappeiner

Un pomeriggio abbiamo deciso di dedicarlo ad un’altra splendida passeggiata: la passeggiata Tappeiner, che fu ideata e donata dal famoso medico Dr. Tappeiner. Un percorso sopra i tetti di Merano dove passeggiare respirando aria pulita e ricaricare le batterie.

Noi siamo partiti dai Giardini di Sissi e da lì abbiamo raggiunto il centro storico, passando anche per la Torre delle Polveri.
Questa torre un tempo fu la fortezza di un castello che custodiva la città. Dopo un incendio nel Medioevo fu trasformata in deposito di munizioni durante la Guerra dei Trent’anni.
Vicino alla torre c’è anche un piccolo chiosco dove fermarsi a fare un buon aperitivo.

Street Art

A Merano abbiamo trovato architettura, arte e non solo. Non ci saremmo aspettati di trovare anche opere di street art in pieno centro storico.. eppure!

Quest’opera è di Blu ed Erica Il Cane, creata nel 2006 su invito di Merano Arte.

Se avete tempo di sicuro vi consigliamo di visitare anche Merano Arte, museo aperto tutto l’anno, che presenta ricerche contemporanee più attuali in ambito di arte figurativa, architettura, letteratura, musica, fotografia e nuovi media.

Sessellift Meran

Un’esperienza da fare e soprattutto molto divertente è salire sulla seggiovia monoposto che parte dalla città e vi porta fino ad una terrazza panoramica nel villaggio di Tirolo: la Sessellift Meran!

Questa seggiovia a metà degli anni 80 è stata revisionata dai proprietari dell’Hotel Panorama, che si trova alla stazione a monte. Sembra di tornare indietro nel tempo. L’impianto e le seggiovie hanno quel fascino un po’ retró che ci hanno da subito conquistati.
In pochi minuti vi troverete a salire lentamente fino a Tirolo, così da poter gustare momento per momento la vista panoramica. Passerete sopra i vigneti e la Passeggiata Tappeiner.
Una volta arrivati lassù potrete decidere se scendere nuovamente in seggiovia o proseguire a valle fino al centro città tramite il Tiroler Steig, un sentiero che riporta direttamente verso la Passeggiata Tappeiner.

Cinema Natura Knottnkino

Abbiamo esplorato anche i dintorni di Merano e passeggiato per i boschi.

Vi consigliamo tantissimo di fare il percorso che porta al Knottnkino, il cinema natura.

Questo “cinema” immerso nella natura è qualcosa di spettacolare. Il “film” qui cambia continuamente: i continui cambiamenti della posizione del sole, delle nuvole e degli eventi meteorologici offrono una visione sempre nuova del paesaggio.

Dalle poltroncine in legno di castagno potrete vedere:

  • la Valle dell’Adige e il Burgraviato,
  • il Monte Lucco,
  • la Val d’Ultimo,
  • la conca di Merano
  • le punte alte 3000 metri della Tessa e dell’ Ortles.


“Knott”, che significa “roccia”, ad indicare il massiccio rosso (il Rotsteinknott) sul quale è stato creato questo cinema. Tutto ciò è merito dell’artista Franz Messner.

Se anche voi volete raggiungerlo parcheggiate l’auto nel posteggio gratuito del Gasthaus Alpenrose tra Avelengo e Verano (circa 25 minuti d’auto da Merano). Da qui parte il sentiero e troverete le indicazioni solite su cartelli in legno lungo tutto il percorso.

Birreria Forst

Potevamo andare a Merano e non visitare la Birreria Forst?
Se ci conoscete almeno un po’ saprete che amiamo la birra e siamo curiosi di scoprire le varie realtà del luogo.

Così il giorno prima di partire ne abbiamo approfittato per lasciare la città brindando con una buona birra!


Forst nasce a Merano e produce la sua birra qui da sempre.
Presto vi parleremo meglio della visita al birrificio e vi spiegheremo come nel dettaglio come funziona.
Intanto vi possiamo assicurare che se siete da queste parte, non potete perdervi una buona birra Forst!

Anche in città troverete la birra Forst in quasi tutti i locali e anche il ristorante Forst con Biergarten in pieno centro!

Merano in soli quattro giorni ci è entrata nel cuore e speriamo di avervi stuzzicato con questo post e foto.
E’ davvero una città che merita di essere visitata e vissuta.
Secondo noi è adatta a tutti: coppie, famiglie con bambini e anche per chi ha degli amici a quattro zampe.

Chissà che non torneremo presto con la nostra Nala!

Ioviaggiocosi.
___________________________________________________________