Una giornata al Parco Sigurtà #tulipanomania

parco giardino sigurtà

Sabato scorso siamo stati al Parco Giardino Sigurtà a Valeggio sul Mincio in occasione della presentazione della stagione 2018 alla stampa e ai blogger.

Non ci eravamo mai stati prima e adesso possiamo dire che è stato un grosso errore.
Il parco è davvero un paradiso. Non a caso ha vinto numerosi premi tra cui:

  • 2017, il Parco è stato nominato tra i giardini europei per il “Giardinaggio ecologico”;
  • Parksmania Awards 2016 ha premiato il Parco Giardino Sigurtà per l’evento Tulipanomania;
  • 2016 Parco Giardino Sigurtà si aggiudica il premio di “La fioritura più bella d’Italia”;
  • 2015 Parco Giardino Sigurtà viene premiato come Secondo Parco Più Bello d’Europa dall’European Garden Award;
  • 2013  Parco Giardino Sigurtà vince il premio “Il Parco più bello d’Italia”.

Una volta entrati abbiamo partecipato alla visita guidata che ci ha portati in alcuni dei punti d’interesse più importanti del parco.

  • I bossi, che diversamente dai giardini all’italiana, non vengono potati seguendo l’Ars Topiaria, ma sono lasciati liberi e solamente “accarezzati” dai giardinieri del parco;
  • Grande tappeto erboso, la più vasta distesa del parco;
  • Monumento a Carlo Sigurtà, che sembra dare il benvenuto ai visitatori del parco;
  • I laghettifioriti, dove al loro interno sguazzano le carpe giapponesi Koi.. Al momento non erano ancora fiorite le ninfee e al loro posto sono state create delle aiuole galleggianti con i tulipani e i narcisi.. Questi non sono gli unici giardini acquatici. Infatti all’interno del parco ci sono ben 18 specchi d’acqua.. Qui nelle varie stagioni potrete trovare fior di loto, ninfee, ibischi lacustri, papiri e giacinti d’acqua;
  • Viale delle rose, composto da 30.000 rose in due varietà che fioriscono da maggio a settembre.

Dopo la conferenza stampa, invece, abbiamo visitato il parco individualmente e ci siamo letteralmente persi tra profumi e colori. Gli altri luoghi che abbiamo visto sono stati:

  • Il labirinto, che si snoda per 2500 mq di percorso.. Pensate che è composto da 1500 esemplari di tasso;
  • La grotta votiva, voluta dallo stesso Carlo Sigurtà;
  • Il castelletto, che durante gli anni fu sede di incontri tra Premi Nobel e scienziati;
  • La pietra della giovinezza, un inno le cui parole di vita e speranza sono state scritte dal poeta americano Samuel Ullman;
  • La grande quercia, che ha ben quattro secoli ed è la pianta più antica del giardino;
  • La meridiana orizzontale;
  • L’eremo, un tempio in stile gotico;
  • Le piante officinali, 40 varietà coltivate dalla famiglia Sigurtà;
  • La Fattoria Didattica, tappa davvero imperdibile per i più piccoli!
  • La valle dei daini, molto apprezzata dai bambini.

Per la stagione 2018 ci sono alcune novità:

  • la panchina degli innamorati.. un angolo speciale dedicato alle coppie. Si trova nelle vicinanze dell’Eremo ed è il luogo perfetto per scattarsi un selfie circondati da favolose rose, simbolo dell’amore;
  • le bici elettriche.. pensate per famiglie e persone meno giovani.
CURIOSITA’

Ci ha colpito molto la storia più recente del parco.
Nel 1941 Carlo Sigurtà, imprenditore farmaceutico, stava per costruire il suo secondo stabilimento di zona. Si era in piena Guerra Mondiale e si faticava a trovare la benzina. Così decise di muoversi in treno, ma per raggiungere la stazione necessitava un calesse. Decide così di andare a Valeggio per acquistare un calesse. All’interno di questa trattativa vedono in lui un potenziale acquirente dell’allora parco e villa. Perciò decidono di portarlo in visita a questo luogo. Lui se ne innamora completamente e d’impulso acquista il parco e la villa. Quindi invece di tornare a casa con un calesse torna a casa con un enorme parco!
Si pentì quasi subito del suo acquisto poiché non c’era acqua. Dopo poco gli arriva da pagare una multa e grazie a questo inconveniente scopre di avere diritto, pagando una quota, di prelevare l’acqua direttamente dal fiume Mincio. Questo diritto lo ereditava dalla famiglia Maffei, i vecchi proprietari della villa e giardino.

COME VISITARE IL PARCO?

Il Parco è visitabile in diversi modi:

  • a piedi, come abbiamo fatto noi.. Passeggiare nel parco è stupendo e a piedi si può godere appieno dell’esperienza. Noi per esempio abbiamo incontrato anche uno scoiattolo.. sarà stato ?! (non so se lo sapete ma il parco ha come mascotte Tà, uno scoiattolo);
  • in bicicletta seguendo l’itinerario di 6 km.. Nel parco si può utilizzare la propria bici oppure affittarne una all’ingresso del parco (classica e da quest’anno anche elettrica);
  • in trenino lungo l’Itinerario degli Incanti, un sentiero di 6 km. Durante la visita una voce guida racconterà in tre lingue (italiano, inglese e tedesco) tutti i segreti del Parco per la durata di 35 minuti circa;
  • in golf-cart elettrico.. Grazie ad una speciale guida con sistema di rilevamento satellitare GPS in quattro lingue (italiano, inglese, tedesco, francese) è possibile noleggiare il golf-cart (max 4 persone);
  • in shuttle elettrico.. Un altro modo per scoprire la storia del Parco accompagnati da una guida professionista attraverso una visita di una durata di circa un’ora (max 13 persone).

FIORITURE

Noi siamo stati al parco durante la fioritura dei tulipani, la più attesa, che è diventata anche un vero evento: Tulipanomania.


Se avete occasione vi consigliamo di visitare il parco verso la metà di marzo per poter vedere oltre un milione di tulipani ( circa 300 varietà) in fiore. Insieme ad essi ci saranno anche Narcisi e Giacinti.
Ma se capiterete al parco dopo aprile, non disperate.. ci sono le fioriture di Iris e poi a maggio quelle delle Rose. In estate troverete Dalie, Canna Indica, Ortensie, le Ninfee e i Fiori di Loto. Infine a settembre e per la stagione autunnale troverete Aster, Begonie e i garofani indiani (Tagete).

ARTE e NATURA

Il binomio arte e natura è molto sentito dalla famiglia Sigurtà.
Noi lo abbiamo ritrovato nelle diverse iniziative organizzate dal Parco con accademie d’arte e artisti.
Durante la stessa conferenza abbiamo assistito alla premiazione delle tre opere scelte dalla famiglia Sigurtà, facenti parte della collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Brescia Santa Giulia. Per il progetto, confluito poi  nella mostra Florart, vedeva gli allievi cimentarsi in tecniche artistiche, fotografiche e pittoriche per celebrare i 40 anni del parco.

Sempre quest’anno è stata portata avanti l’idea della land art, volto a rappresentare il legame tra arte e natura. Per questo progetto gli studenti della Nuova Accademia del Design di Verona hanno realizzato opere con materiali di recupero provenienti dal Parco. Al momento, essendo opere effimere, sono rimaste soltanto 4, di cui le tre premiate come migliori opere.

Noi ci siamo davvero innamorati di questa oasi naturale e se volete scoprire il nostro itinerario guardate il Vlog – Parco Sigurtà online sul nostro canale YouTube, che abbiamo realizzato.
Vi nascondiamo che ci piacerebbe molto ritornare. Merita durante ogni stagione.. chissà che meraviglia in autunno!
Ci piacerebbe vedere i caldi colori autunnali e le fioriture più tarde..

Per qualsiasi informazione visitate il sito www.sigurta.it . Vi ricordiamo che il parco è aperto dall’8 marzo all’11 novembre dalle ore 9:00 alle ore 19:00. Nei mesi di marzo, ottobre, novembre entrata dalle ore 9:00 alle ore 18.00.

Ioviaggiocosi._____________________________________________

52 Replies to “Una giornata al Parco Sigurtà #tulipanomania

  1. Ma c’eravate anche voi??? Io purtroppo non sono riuscita a partecipare, ma ho mandato il mio ragazzo fotografo in rappresentanza del blog! 🙂 Magari lo avete anche visto, era uno con i capelli rossi… 🙂

    1. Siiiii ! Bellissima esperienza! Mmmm sai che non ricordo?! Anche perché eravamo moltissimi e nella visita guidata ci hanno diviso in due gruppi 😉

  2. Proprio oggi degli amici ci hanno parlato di questo parco non troppo lontano da noi. Allora dopo aver letto il tuo articolo è proprio arrivato il momento di andare…

  3. che bello leggere del Parco Sigurtà, Io l’ho adorato e quando posso ci faccio un salto. E’ tenuto benissimo, verdissimo e fioritissimo.. issimo tutto. Adoro il grandissimo prato e il viale delle rose, che a maggio fa apparire il parco come un palazzo reale. Non sapevo della sua storia, così è ancora più affascinante. grazie per le info

  4. Casualmente, sono stata a Mantova e Verona sempre in febbraio, per cui non ho potuto visitarlo, ma è nella mia lista dei desideri da tanti anni! Ricorda un po’ il Parco dei Tulipani di Amsterdam <3

  5. Noi ci siamo stati qualche anno fa.. meraviglioso! Abbiamo noleggiato il golf-cart e i bambini sono impazziti… ma è stato divertente anche per noi!

  6. Non conoscevo la storia del parco, una serie di casualità che hanno portato a questo risultato stupendo!! Per me a piedi è sempre il modo migliore di gustarselo!!

  7. Che spettacolo i tulipani in fiore! Il parco lo conosco solo per fama, diciamo così, so che è un’oasi davvero meravigliosa e le tue foto me lo confermano. Devo prendermi un weekend per andarci!

  8. Meraviglioso il Parco Sigurtà e la sua fioritura di tulipani! Io ci sono stata qualche anno fa e mi sono innamorata di questo luogo! Non vedo l’ora di organizzare un’altra gira <3

  9. Dev’essere davvero un parco speciale! Ho visto migliaia di foto su Instagram e, forse spinta anche da questo, sono stata al Tulipark di Roma. Non credo proprio che sia la stessa cosa ma io sono un’amante dei tulipani, soprattutto quelli viola scuro (come in una delle tue foto). Un abbraccio!

    1. Deve davvero essere bello Tulipark.. peccato abitarci lontano.. comunque se mai ti capiterà fai una visita anche al Parco Sigurtà perché merita.. soprattutto a marzo/aprile se ami i tulipani! 😊

  10. Quanto è bella la natura? Le vostre foto sono stupende poi, vorrei proprio visitare presto anch’io il parco. 🙂

  11. E’ un posto stupendo. Ci sono stata un po’ di anni fa quando mio figlio era piccolo. Ma devo proprio tornarci: i tulipani mi fanno impazzire e non posso perdermeli. Grazie di aver condiviso la vostra esperienza.

  12. Ci voglio andare e voglio girarlo in cart!!!! Come minimo mi sbattono fuori 😂😂😂
    Scherzo a parte..ne sento parlare da una vita ma non ho ancora avuto modo di visitarlo!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.