Rimini: cosa vedere in città anche se piove

piazza Cavour a Rimini

Rimini è una città che entrambi conosciamo fin da piccoli. Amiamo la riviera adriatica e ci abbiamo passato le estati durante la nostra infanzia. E’ il mare che più amiamo e che nonostante tutto rimane nel cuore.
Ogni anno cerchiamo sempre di fare un salto in riviera, per un weekend in spiaggia e assaggiare l’adorata piadina romagnola.

Alla scoperta di storia, arte, teatri e antichità

Dobbiamo però essere sinceri.. Rimini l’abbiamo sempre associata a spiaggia e mare. Non avevamo mai pensato (sciocchi noi) di visitarla ed esplorare il suo centro storico.
Ed è per questo che ringraziamo il 3° Blog Meeting di Travel365, per averci dato l’occasione di vedere Rimini con altri occhi.. quelli di un viaggiatore!
Rimini è spiaggia e mare, ma anche molto altro. E’ una città con una grande storia alle spalle, che si riflette in una serie di luoghi e monumenti antichi. Inoltre è la città di Federico Fellini, che ha rappresentato più volte in molti dei suoi film.

Di seguito vi lasciamo il nostro itinerario alla scoperta di alcuni luoghi simbolo della città di Rimini.

Centro storico

Siamo partiti dall’Arco di Augusto, eretto dal Senato romano nel 27 a.C., e ci siamo man mano addentrati nel cuore del centro storico.
Abbiamo incontrato Piazza Tre Martiri, e ci siamo diretti verso il Ponte di Tiberio.
Durante la passeggiata abbiamo visto il famoso Cinema Fulgor, recentemente restaurato, luogo simbolo per Federico Fellini. E’ proprio qui che egli vide il suo primo film.

Poco distante si trova la Chiesa….. che ospita il Visitor Center di “ARimini”, un percorso multimediale ed interattivo che ci ha guidati alla scoperta della città attraverso le sue bellezze e i suoi antichi tesori.
Consigliato a chiunque visiti la città per la prima volta.. è davvero un’ottimo modo per cominciare.
Si compone di 4 stazioni e la guida d’eccezione è Giulio Cesare:

  • il grande Giulio Cesare
  • vivere a Rimini
  • Rimini e il mare
  • Rimini e l’eredità dell’antico

Il percorso, nel quale sono esposti anche antichi reperti, è molto coinvolgente. Infatti attraverso la touch wall, si possono selezionare direttamente i punti di interesse e personalizzare il proprio itinerario. Si possono scattare foto da postare direttamente sui social oppure si può assistere a convegni e presentazioni direttamente nella sala didattica in fondo alla chiesa.

E’ così che abbiamo scoperto numerosi monumenti e luoghi d’interesse che dovremo presto tornare a vedere con i nostri occhi:

  • l’Anfiteatro Romano;
  • la Domus del Chirurgo;
  • il Museo della Città, ospitato nel settecentesco Collegio dei Gesuiti;
  • la Porta Montanara, detta anche di Sant’Andrea e risalente al I secolo a.C.
  • il Tempio Malatestiano.

Informazioni utili per la visita al Visitor Center
INGRESSO LIBERO
Dove: Corso d’Augusto, 235
Tel.: 0541 29833
Email: info@riminiromana.it
Sito: www.riminiromana.it
ORARI 
DA GIUGNO A SETTEMBRE:
martedì-mercoledì-giovedì-sabato: ore 10.00-13.00 e 16.30-19.30
venerdì: ore 10.00-13.00 e 16.30- 19.30 e 20.00-22.00*
domenica: ore 9.30-12.30
* a partire dal terzo venerdì di settembre chiusura alle 19.30
DA OTTOBRE A MAGGIO:
martedì-giovedì: ore 9.00-13.00
mercoledì-venerdì-sabato: ore 15.00-19.00
domenica: ore 9.30-12.30

Borgo San Giuliano

Attraversando il Ponte di Tiberio abbiamo così raggiunto Borgo San Giuliano, che ci ha completamente rapiti con i suoi colori e i suoi murales.
Questo antico borgo che lo stesso Fellini rappresentò spesso nei suoi film, è ricco di murales dipinti da pittori locali che hanno voluto rendere omaggio ai film e alla vita del grande Maestro.

Questo borgo nacque intorno all’anno Mille, e fu il quartiere dei pescatori. La parte più antica è costituita dal complesso benedettino dedicato ai Santi Pietro e Paolo. Successivamente venne ampliato con la costruzione della Chiesa di San Giuliano Martire.
E’ davvero un luogo imperdibile, che vi farà entrare in una sottospecie di Rimini “parallela”.
Non vediamo l’ora di tornare per goderci il borgo attraverso un buon pranzo in una delle osterie tipiche e visitare le botteghe di artigianato.

Il massimo sarebbe tornare durante la Festa de’ Borg, che si svolge ogni due anni nel primo fine settimana di settembre. Spettacoli, artisti di strada, concerti e cucina tradizionale sono gli elementi che ci hanno convinto appena abbiamo saputo di questa festa!

Informazioni utili per la visita a Borgo San Giuliano
INGRESSO LIBERO
Dove: si trova in centro, vicino al Porto Canale (riva sinistra) e collegato al centro storico dal ponte di Tiberio
Sito: www.borgosangiuliano.it

Castel Sismondo

In occasione dell’evento Giardini d’Autore, abbiamo visitato Castel Sismondo, in una veste floreale e colorata.
Questa residenza/fortezza fu voluta da Sigismondo Pandolfo Malatesta, signore di Rimini dal 1432 al 1468.
Attualmente è rimasto soltanto il nucleo centrale della costruzione originaria, ma il portale d’ingresso è tuttora sormontato da un’iscrizione e dallo stemma con l’elefante, la rosa e la scacchiera, simboli della Famiglia.

Conosciuto anche come Rocca Malatestiana, oggi si compone di 4 parti:

  • il Palazzo di Isotta;
  • il corpo centrale dei servizi;
  • il cortile grande;
  • il Maschio, con due piani collegati tra loro da uno scalone elicoidale posto nella Torre maggiore.

Informazioni utili per la visita a Castel Sismondo
INGRESSO
I costi d’ingresso dipendono dagli eventi in corso
Dove: Piazza Malatesta
Tel.: 0541 351611
ORARI 
Aperture: Gli orari dipendono dagli eventi in corso

Teatro Galli

Infine abbiamo partecipato ad una visita guidata all’interno del Teatro Amintore Galli, a due passi da Castel Sismondo. Questo teatro fu inaugurato nel 1857 su progetto dell’architetto Luigi Poletti. Nella sua opera, Poletti progetta un Teatro all’italiana, ma con alcune varianti:

  • l’assenza di un palco d’onore;
  • la sala della musica si compone di quattro ordini e 23 palchi ciascuno, che lo porta a essere uno dei teatri più grandi d’Italia;
  • il primo ordine di palchi è eccezionalmente a doppia altezza e supporta una soluzione a colonne giganti corinzie che sostengono direttamente la balaustra del loggione;
  • inoltre l’esterno del teatro è quasi privo di decorazioni.

Fu poi ricostruito in seguito ai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale e finalmente assume l’aspetto che ha oggi nel 2018. Al progetto originale viene aggiunta anche la Sala Balletto, prevista dall’architetto Poletti ma purtroppo rimasta incompleta dal 1857.

La nostra visita è cominciata all’ingresso per poi proseguire al suo interno. Sedersi in una delle poltroncine rosse e alzare lo sguardo per guardare il ricco soffitto è già uno spettacolo. Siamo poi saliti su uno dei due enormi scaloni che portano fino al loggione. Ma prima di arrivare lì, abbiamo visitato una delle ampie stanze che un tempo ospitava un piccolo palcoscenico.. un teatro dentro al teatro! La vista da questa stanza è magnifica, si scorge tutta Piazza Cavour. Infine ci siamo seduti nel loggione, un tempo adibito alla borghesia.

Informazioni utili per la visita al Teatro Galli
INGRESSO
Il costo della visita guidata è di €5 (bambini 7-11 anni €3/ bambini fino a 7 anni gratis)
Dove: Piazza Cavour, 22
Tel.: 0541 793811
Email: biglietteriateatro@comune.rimini.it
Sito: www.teatrogalli.it
ORARI 
E’ possibile prenotare la visita recandosi presso il Teatro oppure telefonando al 329 2103329 dal martedì al sabato dalle 10 alle 18.
Le visite sono previste in linea generale il sabato e la domenica.
Nelle giornate di spettacolo e di eventi particolari sono previste variazioni al calendario per consentire gli allestimenti e le prove degli artisti.

Questo itinerario, percorribile anche durante la pioggia, proprio come è capitato a noi, vi permette di vedere soltanto una parte di Rimini, ma è comunque un buon inizio per approcciarsi alla visita di questa città.
Se volete viverlo “quasi” dal vivo, vi consigliamo di guardare il nostro video su YouTube: Alla scoperta di Rimini.

Noi ci siamo già prefissati di tornare presto e visitare ciò che ci siamo persi, in modo da rendere l’itinerario il più completo possibile.

Non ci resta che augurarci.. arrivederci Rimini!
E voi che aspettate?!

Ioviaggiocosi.
___________________________________________________________

Le informazioni che riguardano prezzi e orari sono aggiornate al 01-06-19.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.