Lubiana, cosa vedere in 2 giorni?

Lubiana è stata la seconda tappa del nostro viaggio estivo in Slovenia.

Non sapevo bene cosa aspettarmi da questa città e forse è proprio per questo che sono rimasta così soddisfatta dopo averla visitata.

Siamo arrivati a Lubiana la mattina è da subito ci siamo incamminati verso le vie del centro. Qui abbiamo trovato da subito una città viva, colorata e allo stesso tempo romantica.

Il centro storico, tutto pedonale, si sviluppa sulle sponde del fiume Ljubljanica.

I monumenti principali e le cose più importanti da vedere si trovano tutti nel centro e sono raggiungibili comodamente a piedi.

Il nostro itinerario per la città lo trovate nel post Itinerario di 5 giorni in Slovenia. Vi assicuro che non avevamo organizzato nulla, ma ci siamo semplicemente incamminati per le strade senza una meta ben precisa. Infatti il consiglio che posso darvi è di lasciarvi trasportare dal momento e visitare Lubiana senza stilare una scaletta.

Qui vi lascio i luoghi di maggiore interesse e che secondo me non potete perdere:

  • Piazza Prešeren (Prešernovtrg) dedicata a France Prešeren, poeta romantico sloveno. E’ una piazza che funge da punto di incontro tra 4 vie. Si trova accanto al Ponte Triplo ed è una piazza dove vengono spesso organizzati eventi, manifestazioni e festival;
  • Chiesa Francescana dell’Annunciazione (Frančiškanska cerkev), dal colore rosso all’esterno e caratterizzata da affreschi e uno stile barocco all’interno, si trova in piazza Prešeren;
  • Quartiere Art Nuveau, lungo la Miklošičeva cesta (via che comincia da Piazza Prešeren). Infatti questa strada è un vero e proprio museo di architettura all’aria aperta. Ci sono edifici con facciate che stupiscono per le decorazioni colorate e le strane forme tipiche dello stile liberty. L’edificio più famoso, con la sua pittoresca facciata decorata geometricamente con i colori della bandiera slovena, è quello della Banca Cooperativa (Zadružna gospodarska banka);
  • Ponte triplo (Tromostovje), collega il centro storico della città vecchia con la città nuova;
  • Ponte dei Draghi (Zmajski most), decorato dalle famose sculture dei draghi, è uno dei simboli della città;
  • Ponte dei Calzolai (Čevljarski most), dove un tempo si trovavano le botteghe dei calzolai, è caratterizzato da colonne di diversa grandezza;
  • Ponte dei Macellai (Mesarski most), che porta al mercato coperto, era il luogo dove i macellai ambulanti vendevano la loro carne. Oggi è conosciuto come ponte dell’Amore e gli innamorati appendono un lucchetto al ponte giurandosi amore eterno;
  • Cattedrale di San Nicola (Stolnica svetega Nikolaja) imponente e ricca di affreschi illusionistici. La porta meridionale illustra la storia della diocesi di Lubiana, con incisioni che rappresentano i vescovi cittadini del XX secolo;
  • Castello di Lubiana (Ljubljanski grad) che sovrasta la città da più di 900 anni, è stato ricostruito in diverse parti e forse per questo il cortile interno non ha un atmosfera molto medievale. Detto questo, la vista dalla torre è stupenda. All’interno ci sono bar, ristorante e diversi musei. Lo si può raggiungere con la funicolare oppure seguendo un sentiero nel verde;
  • Piazza Civica (Mestni trg) è una delle piazze principali e situata vicino al Municipio di Lubiana;
  • Fontana dei fiumi carniolani (Vodnjak treh kranjskih rek) detta anche “Fontana del Robba” è stata eseguita dallo scultore e architetto veneziano Francesco Robba ed è in stile barocco;
  • Biblioteca nazionale e universitaria della Slovenia (Narodna in univerzitetna knjižnica), dalla caratteristica facciata con la combinazione dei mattoni e blocchi di pietra in forme diverse, rappresenta l’opera più importante di Jože Plečnik in Slovenia;
  • Piazza del Congresso (Kongresni trg) è un’altra piazza famosa di Lubiana. Vicino alla piazza c’è anche un parco, denominato parco della Stella (park Zvezda) a causa della sua configurazione proprio a forma di stella;
  • Metelkova (Avtonomni kulturni center Metelkova mesto) è un centro di cultura alternativa, sviluppatosi dallo squat nell’ex caserma. Gli edifici delle ex caserme austroungariche, costruite nel tardo sec. XIX, sono stati trasformati da numerosi artisti sloveni contemporanei noti e meno noti. E’ davvero da visitare, soprattutto per gli amanti della street-art;
  • Parco Tivoli (mestni park Tivoli), il più grande parco della Slovenia, comprende anche un lago e una piscina pubblica. C’è davvero da perdersi in tutto questo verde;
  • Mercato centrale (Osrednja ljubljanska tržnica) comprende il mercato all’aperto, il mercato coperto e il mercato coperto di lungo il fiume Ljubljanica. E’ davvero grande e qui potrete acquistare prodotti tipici sloveni.

Se avete intenzione di visitare anche qualche museo, eccovi una lista di quelli più famosi:

  • Museo Etnografico con collezioni slovene ed extraeuropee del settore della cultura materiale, sociale e spirituale;
  • Birrificio Union dove oltre al museo si possono visitare anche i percorsi di produzione che vi sveleranno e mostreranno il processo tecnologico della produzione di birra;
  • Museo d’arte moderna che ha al suo interno le collezioni degli artisti di arti figurative sloveni del secolo XX;
  • Museo d’arte contemporanea si trova a dieci minuti dal centro e vanta opere scelte della collezione dell’arte contemporanea che unisce opere della collezione internazionale Arteast 2000+ e della collezione nazionale MG+MSUM;
  • Galleria nazionale, museo di arte antica con collezione di opere figurative dall’alto medioevo al sec. XX;
  • Museo delle illusioni, che conta circa 40 mostre, illusioni ottiche ed ologrammi. Può essere un’idea per fare una divertente esperienza;
  • Museo della via ferrata dove si possono vedere vecchie locomotive, attrezzi e apparecchiature legate al mondo ferroviario.

Non vi resta che visitare questa città! Personalmente mi ha davvero affascinata e ve la consiglio davvero.

Qui il Vlog – Due giorni a Lubiana !

Ioviaggiocosi.

____________________________________________

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *