Donne viaggiatrici che hanno fatto la storia #festadelladonna

donne viaggiatrici

Oggi si festeggia la Festa della Donna. A mio modo vorrei onorare questo giorno raccontandovi le imprese di alcune donne viaggiatrici, che nonostante le difficoltà e la condizione di inferiorità rispetto all’uomo hanno avuto coraggio e hanno intrapreso viaggi memorabili.

Al tempo il viaggio per le donne non era facilmente accessibile, ma nonostante questo il loro spirito avventuriero le ha portate a realizzare il loro sogno!

Qui troverete diverse donne del passato, ma non solo. Infatti ho inserito anche le imprese di alcune donne del “presente”.

  • Jeanne Baré 
  • (1740-1803), considerata la prima donna che circumnavigò la terra, fu un’esploratrice francese. Fece parte della spedizione di Louis Antoine de Bougainville. Per poter partecipare si travestì da uomo poiché per le donne era vietato navigare. Purtroppo fu scoperta e durante il viaggio venne cacciata dalla nave;
  • Amelia Edwards
  • (1831-1892), scrittrice, giornalista ed egittologa inglese. Dopo aver viaggiato in Egitto ed essersi innamorata delle sue meraviglie, divenne una grande sostenitrice della difesa e conservazione dei beni egizi;
  • Isabella Bird
  • (1831-1904), scrittrice inglese, fu il primo membro donna a far parte della Royal Geographic Society, una società che promuoveva l’avanzamento della ricerca geografica. Isabella, infatti, amante dei viaggi fin da giovane, fece numerosi viaggi: Australia, Hawaii, Europa, Giappone..;
  • Annie Smith Peck
  • (1850-1935), insegnante americana, fu la prima a scalare la cima più alta del Perù: il monte Huascaran. Era appassionata di alpinismo, al quale dedico quasi tutta la sua vita. Si ammalò e morì durante il giro del mondo che stava compiendo all’età di 84 anni;
  • Elisabeth Jane Cochran
  • (1864-1922), giornalista americanaconosciuta con lo pseudonimo Nellie Bly, passò alla storia per aver compiuto il giro del mondo in 72 giorni. Durante questo viaggio non venne accompagnata da uomini come spesso accadeva e per questo diventò un modello per tutte le donne. Donna audace e testarda fu molto famosa anche per essere la prima donna ad aver creato il giornalismo sotto copertura;
  • Gertrude Bell
  • (1868-1926), scrittrice, archeologa, politica e probabilmente anche agente segreto brittanica. Non solo fu la prima donna a laurearsi a pieni voti ad Oxford, ma ebbe un ruolo fondamentale nella nascita dello stato dell’Iraq. Inoltre viaggiò e attraversò il mondo per ben due volte;
  • Alexandra David-Neel
  • (1868-1969), scrittrice francese, è ricordata per essere stata la prima donna occidentale ad aver attraversato il Tibet e raggiunto Lhasa, città allora vietata agli stranieri;
  • Annie Cohen Kopchovsky
  • (1870-1947), conosciuta come Annie Londonderry, nacque a Riga, ma trapiantata in America. Forse per “colpa” di una scommessa fu la prima donna fare ilgiro del mondo in biciletta. Ci mise 15 mesi per ritornare da dove era partita: Boston;
  • Isabelle Eberhardt
  • (1877-1904), innamorata del Magreb e della cultura islamica, fu una scrittrice svizzera, ma di origini russe. Cominciò presto a viaggiare nel Nord Africa travestendosi da cavaliere arabo;
  • Grace Marguerite
  • (1895-1946), giornalista britannica, famosa per essere stata la prima donna a circumnavigare il mondo in aereo. Inoltre fu una delle prime a viaggiare come corrispondente di guerra;
  • Amelia Earhart
  • (1897-1937), aviatrice americana, fu la prima donna ad attraversare l’oceano in volo totalmente sola. Pochi anni dopo il suo record partì per la circumnavigazione del mondo in volo, ma scomparve misteriosamente;
  • Freya Stark
  • (1893-1993), conosciuta per essere una delle prime donne ad aver viaggiato nel Deserto Arabico, fu un’esploratrice britannica. Conosceva l’arabo e durante la seconda guerra mondiale creò una rete di propaganda ai fini di convincere gli arabi a sostenere gli Alleati;
  • Vivienne de Watteville
  • (1900-1957), scrittrice e avventuriera britannica, fece il suo primo safari senza guida in Kenya, Uganda e Congo con il padre. Dopo che il padre muore ucciso da un leone, lei continua il viaggio da sola;
  • Dervla Murphy
  • (1931- ), è un’avventuriera irlandese, che dall’Irlanda ha viaggiato in bici fino all’India. Solitamente viaggia sola, ma è stata accompagnata a volte da sua figlia;
  • Rosie Swale-Pope
  • (1946- ), maratoneta svizzera, che a 53 anni è stata la prima donna a compiere il giro del mondo in corsa. Durante questo suo viaggio è persino riuscita a devolvere 250.000 dollari in beneficenza, che ha raccolto nel tragitto. Il suo percorso, in solitaria, lo ha intrapreso solamente con pochissimo equipaggiamento;
  • Christina Dodwell
  • (1951- ), scrittrice inglese, ha viaggiato in Africa per 3 anni da sola su cammelli, cavalli ed elefanti. Infatti durante un viaggio in Africa con un’amica e due uomini, venne derubata dell’auto da questi due. L’amica decise così di tornare a casa, ma Christina preferì rimanere in Africa per 3 anni;
  • Ann Bancroft
  • (1955- ), esploratrice americana, è la prima donna ad aver compiuto spedizioni in Antartide e Artide. Memorabile la sua spedizione al Polo Sud del 1993, che fu tutta al femminile;
  • Sophia Danenberg
  • (1972- ), scalatrice americana, che è passata alla storia per essere la prima afroamericana a scalare il monte Everest. Un’impresa memorabile;
  • Laura Dekker
  • (1995- ), giovanissima velista olandese. E’ stata la più giovane donna a compiere il giro del mondo in velada sola. Partì a soli 14 anni, nell’agosto 2010, e fece ritorno dopo quasi due anni.

Tenevo particolarmente a questo argomento. Le loro storie mi hanno letteralmente affascinata.

E’ interessante scoprire come alcune donne abbiano affrontato pregiudizi e difficoltosi ostacoli in nome del loro desiderio di libertà.

Spero di avervi ispirato e stimolato a cercare di realizzare i propri “viaggi nel cassetto”, così come è successo a me durante la lettura delle loro storie.

Buon viaggio!

Ioviaggiocosi.______________________________________

45 Replies to “Donne viaggiatrici che hanno fatto la storia #festadelladonna

  1. Sono sconvolta dalla ragazza olandese onestamente. Compiere un’impresa simile a 14 anni e qualcosa di assolutamente straordinario. Ma sopratutto mi chiedo come i suoi genitori siano riusciti a farglielo fare. Da mamma penso subito a questo!

    1. In effetti ti capisco.. non ho figli per ora, ma immagino sia molto difficile accettare una cosa del genere per un genitore 😉

  2. Tantissime donne in questa tua carrellata! Questo non può che far piacere! Anch’io per l’8 marzo da qualche anno dedico un post alle donne viaggiatrici. Mi sembra giusto rendere omaggio a queste vere pioniere. Femministe dentro, sono riuscite a sganciarsi dalle convenzioni che le volevano chiuse in casa ad aspettare il marito che, lui sì, poteva viaggiare. Siamo loro debitrici, in qualche modo.

    1. Assolutamente d’accordo con le tue parole.. bisogna essere davvero fiere di queste donne che ci hanno “aperto” la strada 😊

  3. quanto mi piacciono questi articoli.. quando si parla di donne forti e coraggiose e di viaggi è sempre un piacere poterli leggere 🙂 ti volevo chiedere inoltre se hai mai scritto qualche articolo riguardante il blog in generale 🙂

  4. Mi hai assolutamente stimolato! Incredibile (nemmeno troppo) come manchino nomi italiani nella lista… Le donne che si trovano a essere terrorizzate dall’età o fissate con l’estetica dovrebbero fare un’impresa del genere

  5. Storie davvero interessanti, alcune personalità mi affascinano molto. Aggiungerei anche Agatha Christie, una grande viaggiatrice oltre che scrittrice 🙂

  6. Bel post ispiratore..non é per essere femminista ma sempre abbiamo avuto una marcia in piu’. Nonostante le difficolta’ se si vuole si puo’ fare..

  7. Ma è meraviglioso questo post! Sei stata bravissima e hai avuto un’idea davvero bella per l’8 marzo, insolita e interessantissima! Mi hai dato un sacco di spunti su nuove biografie da leggere, me lo salvo assolutamente 🙂

  8. Jeanne Barré e Laura Dekker le inserite anche io nella lista delle viaggiatrici straordinarie per l’8 marzo 🙂 Invece su Annie Londonderry ho già in programma un paio di post che mi sono emozionata tantissimo a scrivere! La tua carrellata di donne è fantastica, nei hai trovate davvero tantissime pronte a ispirarci. Dervla Murphy è sicuramente una di quelle da imitare

  9. Bellissimo post, grande ispirazione, grande coraggio! Mi ha commossa e riempita di orgoglio: ancora oggi per una donna viaggiare da sola risulta difficile ed è un’idea piena di pregiudizi. E’ bello vedere come il coraggio delle donne sia andato oltre i pregiudizi e le paure delle loro epoche!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.