Una giornata a Mantova

Di recente abbiamo approfittato di un sabato pieno di sole per visitare nuovamente Mantova, città che l’anno scorso ci aveva colpito.
Così abbiamo pensato di passare un’intera giornata ad esplorarla il più possibile.

Sapete che Mantova è una città costruita intorno a tre laghi alimentati dal fiume Mincio?
Si chiamano: Lago Superiore, Lago di Mezzo e Lago Inferiore.
E sapete che questa città lombarda è stata inserita nella lista del Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO?

Questi sono soltanto due ottimi motivi per andare a scoprire Mantova..
Qui vi lasciamo alcune cose che non potete certo perdervi quando la visiterete!

Piazza Sordello

La piazza più grande ed importante della città, dedicata al poeta trovatore Sordello.
Quando siamo stati noi era in ristrutturazione, ma nonostante questo ci è piaciuta tantissimo. Qui vi si trovano diversi edifici importanti:

  • il Duomo,
  • la Torre,
  • il Palazzo Vescovile,
  • il Palazzo degli Uberti col suggestivo vicolo Bonacolsi,
  • il Palazzo Castiglioni,
  • il Palazzo Acerbi con la Torre della Gabbia,
  • il Palazzo del Capitano e della Magna Domus, nucleo originario del Palazzo Ducale.

Duomo

Il Duomo è la chiesa più importante della città, nel quale sono seppelliti i più importanti membri della famiglia Gonzaga.

Palazzo Ducale

Questo palazzo conta più di 500 stanze. Inizialmente il palazzo era composto dal Palazzo del Capitano e la Magna Domus. Successivamente questi edifici furono uniti ad altri, andando così a formare la Corte Vecchia. Alla Corte Vecchia si aggiunse poi anche il Castello di San Giorgio.
Nel Palazzo Ducale si trova il ciclo di affreschi che il Pisanello dipinse per volere di Gianfrancesco Gonzaga.

Castello di San Giorgio

Nel Castello di San Giorgio si trova la famosissima e meravigliosa camera picta o Camera degli Sposi, dipinta dal Mantegna dal 1465 al 1474.
Nel fossato del castello c’era anche una bellissima installazione artistica..

Chiesa di Sant’Andrea

La chiesa di Sant’Andrea è forse più bella del Duomo.. anzi senza il forse!
Molto particolare è anche la cripta che conserva le reliquie. Infatti è caratterizzata da un complicato meccanismo a 12 chiavi.

Piazza delle Erbe

Questa piazza un tempo era la piazza dedicata al mercato di frutta e verdura.
Qui vi si trovano:

  • la Rotonda di San Lorenzo,
  • la Casa del Mercante,
  • la Torre dell’Orologio astronomico,
  • il Palazzo della Ragione,
  • il Palazzo del Podestà, detto anche “Palazzo del Broletto”.

Rotonda di San Lorenzo

La Rotonda di San Lorenzo è la chiesa più antica di Mantova. Pensate che fu costruita ad immagine della Chiesa del Santo Sepolcro di Gerusalemme. Ha una pianta centrale con un matroneo in alto.

Palazzo Te

Costruito tra il 1524 e il 1534 su commissione di Federico II Gonzaga, è l’opera più celebre dell’architetto italiano Giulio Romano.
Inutile dirvi che merita un visita approfondita per la quantità di stanze affrescate che possiede. La più famosa è la Sala dei Giganti, un ciclo pittorico di rara bellezza.
Oggi è sede del museo civico e vi vengono organizzate anche mostre d’arte antica, moderna e di architettura.

Sabbioneta

Precisiamo subito che noi non siamo riusciti a vederla e che sicuramente sarà presto meta di un nostro giro fuoriporta. Resta il fatto che secondo noi merita di essere vista se siete nei dintorni. Anche Sabbioneta, come Mantova, è diventata Patrimonio dell’UNESCO. Conserva ancora oggi una struttura urbanistica in perfetta linea con le teorie rinascimentali ed è davvero tutta da scoprire!

Abbiamo dedicato a Mantova anche un breve video della nostra visita, che potete vedere sul nostro canale YouTube o sulla nostra pagina Facebook: Un giorno a Mantova.

Ioviaggiocosi.
_____________________________________________

6 Replies to “Una giornata a Mantova

  1. Mantova mi attrae moltissimo come città, penso die sserci passata stata da piccola ma non ricordo praticamente nulla! Dovrò rimediare, questo post mi ha ricordato quanto avrei da vedere ^^

  2. Sono andata a Mantova anni fa con la scuola… mi ricordavo il bellissimo Palazzo Te, ma poco del resto.. mi è piaciuto leggere il tuo articolo e vedendo le foto mi è venuta voglia di tornarci !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.