La scorsa estate di ritorno dal nostro viaggio in Alto Adige, ci siamo fermati a visitare la città di Bolzano e ne abbiamo approfittato per cenare in un posticino consigliatoci da una nostra carissima amica: Batzen Bräu.

Si tratta di una birreria con annesso birrificio proprio che si trova nel cuore del centro storico, dove un tempo vi fu la storica osteria Ca’ de Bezzi.

La storia

L’edificio della storica osteria di Bolzano racchiude una storia di oltre 600 anni. Ci sono documenti che riportano l’esistenza di questo locale risalenti al 1400. Nell’800 invece grazie all’artista Anton Braith diventa scenario perfetto per alcuni dei suoi dipinti e ritrovo di artisti.
La guerra purtroppo causa ingenti danni e molti dei dipinti donati dagli artisti vennero messi al sicuro tra Vienna e Monaco.
Ca’ de Bezzi rimane così distrutta per molti anni fino a quando Joseph Waser acquista l’osteria da Robert Eisenmeyer. Sotto la guida dell’Ufficio dei Beni Culturali riporta la struttura agli antichi fasti.
Egli arreda il locale e le pareti con tutto quello che si era salvato dalle bombe ed utilizzando mobili ricostruiti seguendo fedelmente i canoni degli originali.
Ritorna così ad ospitare artisti nella stube.

Il 12 dicembre del 2002 Ca’ de Bezzi viene riaperto sotto la gestione di Robert Widmann e nel 2012 lo storico edificio viene ampliato con il birrificio ed il Biergarten.

Le birre

Attualmente Ca’ de Bezzi può considerarsi un vero e proprio piccolo mondo della birra.
Questo perché si compone di:

  • un birrificio artigianale,
  • un Biergarten all’ombra di faggi,
  • il Batzen Sudwerk, la cantina che ospita gli spettacoli teatrali della Batzen Bühne, concerti jazz, feste pubbliche e private,
  • il negozio Batzen Shop dove acquistare birre e tutti gli accessori,
  • la Batzen Post.

Ogni birra ha le sue particolarità e per questo hanno deciso di creare il passaporto delle birre. Così sul questo originale libricino ognuno può trovare la descrizione di ogni birra e scegliere quella che più gli piace.

Noi vi consigliamo di fare la degustazione di birre. Consiste nell’assaggio di 6 birre a sorpresa. Quando ve le serviranno vi porteranno una specie di orologio con indicate le birre selezionate per voi e le relative caratteristiche. Un’idea simpatica per trovare quella adatta a voi per poi magari ordinare subito la media di quella che vi è piaciuta!

La cucina

Nel menù troverete tantissimi piatti della cucina tipica sudtirolese.
Potrete trovare le mezzelune ripiene con burro e formaggio, le zuppe tirolesi, ma anche costolette, stinco e fiorentina.

Il piatto più celebre è la padella dell’artista, il Bauerngröstl (padella alla contadina).

A fine pasto non dimenticate di assaggiare una tipica grappa!

Ioviaggiocosi.
___________________________________________________________

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.