A poco più di un’ora da Piacenza è possibile raggiungere uno dei comuni più estesi del piacentino: Ferriere.

Chi ci conosce sa che entrambi amiamo queste zone e fin da piccoli le frequentavamo con le rispettive famiglie. Per questo motivo negli ultimi anni, ma soprattutto da quando è arrivata Holy, non facciamo che tornare spesso a visitare Ferriere e percorrere alcuni dei trekking dei dintorni.

Nella sezione dedicata alla Val Nure, trovate diversi articoli per passeggiate e trekking che vi consigliamo di provare.

Il comune di Ferriere confina con le province di Parma e Genova. Si può raggiungere Chiavari e il Mar Ligure in un paio d’ore. Pertanto è davvero un’ottimo punto di partenza per esplorare diverse zone.
Pensate che qui si trovano le cime più alte del territorio piacentino (Monte Bue, Monte Nero, Ragola e Crociglia) nonchè laghi (Lago Moo, Lago Bino, Lago Nero).

Un po’ di storia

Il nome Ferriere nasce in riferimento alle importanti ricchezze minerarie di questo territorio.
Le cave furono sfruttate sin dai tempi romani, per proseguire poi dal regno longobardo e arrivare all’epoca medievale.
E’ ancora possibile visitare ciò che rimane delle cave ferrifere di Canneto.

L’attuale Ferriere in origine si chiamava “Ariate” in omaggio alla laziale Rieti, città natale di Tommaso Moroni. Questi infatti ricevette in feudo questo territorio dal Duca di Milano, Francesco Maria Sforza, a metà del 400.

Cosa vedere a Ferriere e dintorni

Come dicevamo, Ferriere è un’ottima base per poter esplorare i dintorni, ma allo stesso tempo merita di essere visitato anche il paese stesso.

Da non perdere in paese:

  • la chiesa di San Giovanni Battista (sec. XX)
  • il Museo delle Ferriere situato nell’antica Piazza dei Carboni, oggi Piazza delle Miniere.
  • la passeggiata che dal centro paese porta fino a località Perotti
  • le botteghe storiche
  • i ristoranti con cucina tradizionale locale

Se siete amanti di chiese e castelli, vi segnaliamo:

  • il Castello dei Malaspina a Gambaro (sec. XVI);
  • l’antica Pieve di San Pietro a Centenaro (sec. XVIII);
  • la chiesa di San Bernardo a Cassimoreno (sec. XVII);
  • la chiesa di San Gregorio a Chiappeto (sec. XVIII);
  • la chiesa di San Cristoforo a Rocca (sec. XVIII).

Se amate la natura, vi abbiamo già parlato dei numerosi trekking nella zona:

Dove mangiare

Come in tutti i luoghi che visitiamo abitualmente, anche qui a Ferriere abbiamo i nostri locali del cuore.

Se vi trovate in zona vi consigliamo di fermarvi ad acquistare le prelibatezze del panificio Cavanna, una bottega storica famosa per pane e torte da volar via.

Per pranzo o cena vi consigliamo il ristorante Il Maglio a Ferriere oppure al ristorante pizzeria Chalet in località Folli.

Vi abbiamo fatto venire voglia di partire alla scoperta di questi magici luoghi? Fatecelo sapere!

Ioviaggiocosi.
___________________________________________________________

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.