Qualche weekend fa siamo tornati in Val Nure per scoprire un trekking che non avevamo mai percorso prima. Si tratta del percorso che porta al Monte Ragola e poi a Prato Grande.
Il sentiero è un anello e vi riporterà direttamente al punto dove partirete.

Il percorso

Il sentiero parte nel parcheggio di fronte al cartello “Passo dello Zovallo“. Si sale per una leggera salita in una faggeta. Dopo poco si raggiunge una radura dove bisogna scendere sulla sinistra e seguire fino a quando si incontra un bivio. Qui potete scegliere se salire sul Monte Ragola oppure proseguire direttamente a Prato Grande.

Monte ragola

Il sentiero per salire è il leggera salita fino a quando si intravedono le rocce del monte. E’ abbastanza difficoltoso in quanto ci sono tratti esposti e bisogna arrampicarsi con le mani.
Noi siamo saliti con Holy sempre al guinzaglio non con poche difficoltà.

Dopo una ventina di minuti si raggiunge la croce dell’anticima a 1644m che già gode di un bellissimo panorama.
Per raggiungere la vetta del monte 1711 m, bisogna proseguire sul prato disseminato di rocce. Da qui il panorama è davvero incredibile e si possono riconoscere:

  • Monte Bue
  • Monte Nero
  • Monte Maggiorasca
  • Groppo delle Ali e le Groppe,
  • Monte Crociglia
  • Monte Carevolo
  • Monte Lesima
  • Monte Alfeo
  • Monte Capra
  • Monte Concrena
  • Monte Osero
  • Monte Penna

Prato Grande

Dalla cima del Monte Ragola, si scende sul versante opposto fino a raggiungere una recinzione che si costeggia seguendo l’indicazione “Prato Grande”.
Si segue un ruscello tra piccoli arbusti e poi si prosegue ancora su un tratto pianeggiante. Da qui si raggiunge così la Baita Monte Ragola di Prato Grande.

Da quest’anno ha riaperto il Rifugio Baita Monte Ragola, grazie ad alcuni ragazzi che hanno deciso di prenderla in gestione. Ha inaugurato il 18 luglio ed è aperto tutti i giorni.

Ritorno

Per tornare al parcheggio si prosegue per la faggeta sotto le pendici del Monte Ragola. Il percorso è leggermente più faticoso nei pressi di un canale pietroso disseminato di massi.
Raggiunta Pian del Lupo, si prosegue in leggera discesa fino a trovare il “famoso” bivio dell’andata. In questo caso si proseguirà seguendo l’indicazione Passo dello Zovallo. In un quarto d’ora ci si ritroverà alla faggeta e dopo pochi minuti vi ritroverete nel parcheggio.

Informazioni utili

  • Adatto ad escursionisti abituali. Non c’è bisogno di essere esperti, ma salire sul Monte Ragola è un pochino difficoltoso e ci sono tratti esposti.
  • Punto più alto Monte Ragola 1711 m s.l.m.
  • Tempo di percorrenza andata/ritorno (è un percorso ad anello) 3 ore e 15 circa (senza soste)
  • Si raggiunge percorrendo la strada 654 R della Val Nure per 70 km, fino al passo dello Zovallo. Qui potrete lasciare l’auto nel grande spiazzo e partire subito a piedi per il sentiero.

Ioviaggiocosi.
___________________________________________________________

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.