Da sempre, quando è possibile, ci piace partecipare alle iniziative proposte dalla nostra città che permettano di vederla sotto punti di vista insoliti e panoramici.

In generale, vedere le città dall’alto ci è sempre piaciuto e anche quando viaggiamo cerchiamo di trovare punti panoramici dove poter godere di viste privilegiate.

Quando il punto panoramico ci permette di conciliare anche la nostra passione per l’arte, allora sì che ci precipitiamo subito.
Ad esempio, di recente è stata data la possibilità di visitare la Chiesa di San Francesco dall’alto, cosa che come vi abbiamo già raccontato, non ci siamo fatti scappare.

A Piacenza da alcuni anni è possibile ammirare bellezze artistiche e viste panoramiche da alcune chiese del centro storico. Troviamo queste iniziative culturali davvero molto valide e per questo abbiamo voluto raggrupparle in un unico articolo che potesse essere di facile consultazione.

Di seguito vi mostriamo tutte le chiese piacentine che permettono una visita particolare e insolita.

Salita al Pordenone

Nella Basilica di Santa Maria di Campagna, la Banca di Piacenza ha organizzato la Salita al Pordenone tra marzo e luglio 2018.

Fortunatamente l’iniziativa è stata poi riproposta in altri momenti fino ad oggi grazie all’enorme successo riscontrato.

Attraverso questo evento culturale è possibile vedere da molto vicino gli affreschi pordenoniani della cupola della Basilica di Santa Maria di Campagna. Grazie al restauro della Banca di Piacenza, i visitatori potranno sostare vicino alla cupola ricevendo informazioni, oltre che da appositi cartelloni informativi, dalle guide riguardo notizie sul Pordenone ma anche sulla storia della Basilica.

Da lì si gode anche di una meravigliosa vista sui tetti della città di Piacenza. Imperdibile!

Attualmente le prossime salite vengono aperte in via straordinaria in occasione di eventi che verranno comunicati di volta in volta sul sito www.salitaalpordenone.it .

Trovate la nostra esperienza qui -> Salita al Pordenone in S. Maria di Campagna

Cupola del Guercino

Da qualche anno è possibile raggiungere la cupola della Cattedrale di Piacenza.

Infatti grazie ad un percorso molto particolare si raggiunge il sottotetto della navata centrale con accesso al loggiato del tamburo della cupola, là dove è possibile la visione ravvicinata del ciclo pittorico realizzato da Giovanni Francesco Barbieri detto il Guercino, tra il 1626 e il 1627, a prosecuzione del lavoro iniziato da Pier Francesco Mazzucchelli detto il Morazzone.

La visita vi permetterà di percorrere tutto il perimetro della cupola e ammirare da vicino i profeti Davide, Isaia, Aggeo, Osea, Zaccaria, Ezechiele, Michea, Geremia, le lunette in cui si alternano episodi dell’infanzia di Gesù – Annuncio ai Pastori, Adorazione dei pastori, Presentazione al Tempio e Fuga in Egitto – e otto affascinanti Sibille

E’ vivamente consigliata la prenotazione, soprattutto in questo periodo. Trovate tutte le informazioni sul sito www.cattedralepiacenza.it .

Trovate la nostra esperienza qui -> Visita alla cupola del Guercino – Duomo di Piacenza

San Francesco dall’alto

Di recente e fino al 6 gennaio 2021 sarà possibile vedere Piazza Cavalli dall’alto grazie al nuovo evento culturale “San Francesco dall’alto. Con lo sguardo verso il cielo.

In concomitanza con il restauro della chiesa è stato allestito un percorso che vi porterà a 20 metri d’altezza.
Da qui potrete ammirare la chiesa, il rosone e il centro storico da una posizione privilegiata e assolutamente insolita.

Per scoprire come prenotare la vostra visita e trovare tutte le informazioni sull’evento andate sul sito www.piacenzapace.it .

Trovate la nostra esperienza qui -> Visita a San Francesco dall’alto a Piacenza

Vi sono piaciute queste viste panoramiche insolite?
Ne conoscete altre? Scrivetecele nei commenti, così da farle conoscere a tutti i nostri lettori!

E non dimenticate di venire a trovarci a Piacenza!

Ioviaggiocosi.
___________________________________________________________

Vi ricordiamo di verificare sempre aperture, orari e prezzi dei biglietti sui siti che vi abbiamo indicato, soprattutto in questo periodo di emergenza Covid-19.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.