Quest’estate l’unico viaggio al di fuori dell’Italia è stato il weekend di lavoro che abbiamo passato a Baden Baden, in Germania.

Dovendoci recare lì per lavoro, da buoni viaggiatori, abbiamo pensato di unire l’utile al dilettevole creando così un’itinerario che ci portasse alla scoperta della città tedesca.

Baden Baden si trova nel Baden-Württemberg ai margini della Foresta Nera e da sempre è una meta nota per il turismo termale.
Pensate che verso la fine del XVIII secolo Baden Baden era conosciuta come un luogo di cura mondano. Vi erano le terme, corse ippiche e hotel di lusso.

Da luglio 2021 è stata riconosciuta come patrimonio Unesco tra le “Grandi città termali d’Europa”.

Alloggio

Noi abbiamo alloggiato in un Hotel a meno di una ventina di minuti dal centro: Boutique Hotel Societè.
Ci siamo trovati molto bene. Animali ben accetti, stanze pulite, parcheggio e colazione davvero ottima.

Dall’hotel bastava seguire una pista ciclabile e pedonale per ritrovarsi in poco tempo tra le vie del centro.

Cosa non perdere

Durante il nostro weekend a Baden Baden abbiamo passeggiato per la città alla ricerca dei luoghi che ci eravamo prefissati di vedere e visitare.

Ovviamente avendo Holy con noi, non siamo entrati a visitare i musei, ma li abbiamo visti soltanto da fuori. In ogni caso, con o senza di lei, avendo soltanto un paio di giorni, non so se saremmo comunque riusciti a visitarli.

Di seguito vi lasciamo i luoghi d’interesse che secondo noi non possono mancare nel vostro itinerario alla scoperta di questa città.

Kurhaus e Casinò

Due edifici iconici della città che vennero eretti in stile neoclassico tra il 1821 e il 1824.
Il casinò di Baden Baden è tutt’ora in funzione. Marlene Dietrich lo definì “il più bel casinò al mondo”.

Trinkhalle

Adiacente alla Kurhaus vi è la Trinkhalle, una meravigliosa struttura architettonica con un’ampio loggiato di ben 16 pilastri. Nell’ampia galleria di 90 metri ci sono 14 affreschi che raccontano la storia romana di Baden Baden.
L’acqua che sgorga dalla fonte al suo interno si pensa sia un elisir di giovinezza.

Hohenbaden Schloss

All’interno della città vi è il “castello nuovo”, purtroppo non accessibile ai cani. Abbiamo scoperto essere di proprietà di investitori kuwaitiani, che lo stanno convertendo in un hotel di lusso.
Nonostante questo, se anche voi amate le fortezze, abbiamo una chicca per voi..

A un quarto d’ora da Baden Baden potrete raggiungere le rovine del vecchio castello.
Noi ci siamo letteralmente innamorati di queste rovine che permettono di godere di una meravigliosa vista panoramica!
Fu eretto a partire dal XII secolo e fu la sede ufficiale dei Margravi del Baden. Purtroppo venne distrutto dall’incendio del 1590.

L’accesso al castello di Hohenbaden è completamente gratuito.

Il teatro

Il teatro fu costruito tra il 1859 e il 1862 dall’architetto parigino Charles Dérchy nello stile dell’Opera di Parigi.

Stiftskirche

La chiesa della Collegiata si trova nella piazza del mercato ed è intitolata ai Santi Pietro e Paolo.
Si tratta del principale luogo di culto della città e risale al XV secolo.

Lichtentaler Allee

Impossibile non dedicare qualche ora ad una delle passeggiate più piacevoli del mondo: la Lichtentaler Allee.

Si tratta di un viale di 2,3 km che parte da Goetheplatz e e finisce al Kloster Lichtenthal seguendo il corso del fiume Oosbach, attraversato da diversi ponti.

Durante il tragitto incontrerete il Gönneranlage , un giardino con più di 400 varietà di rose, la Russische Kirche e uno dei musei d’arte più celebri di Baden Baden: il Museo Frieder Burda.

Al termine del viale vi troverete di fronte il Kloster Lichtenthal, un’abbazia cistercense fondata nel 1245.

Le terme

Noi non siamo riusciti ad andare, ma Baden Baden offre la possibilità di rilassarsi in uno dei centri termali. Ad esempio le Terme di Caracalla oppure Friedrichsbad che con la sua cupola, i mosaici e la piscina di marmo, è un vero capolavoro di architettura neorinascimentale.

Cafè König

Per una sosta golosa dovete assolutamente fermarvi al Caffè König, una pasticceria con la P maiuscola!

Si dice che anche Liszt e Tolstoj furono clienti di questo caffè.
Vi consigliamo di provare una delle loro torte (ad esempio la Foresta Nera) oppure i loro famosi tartufi che pare siano i più buoni di Baden Baden da ben 250 anni. 

Speriamo di avervi incuriosito. Baden Baden è una di quelle città ancora poco conosciute, che però merita di essere visitata.
Noi speriamo di tornarci per poter approfondire ancor meglio la visita e magari rilassarci anche alle terme.

Non dimenticatevi di dare un’occhiata al nostro canale YouTube dove trovate tutti i video dei nostri viaggi, compreso Baden Baden!

Ioviaggiocosi.
___________________________________________________________

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.