La prima tappa del nostro on the road tra Alsazia e Lorena è stata Mulhouse.

Alloggio

A Mulhouse abbiamo anche trascorso la serata di capodanno.

Per questo motivo avevamo scelto un alloggio non troppo centrale (così da evitare i botti per Holy) e che avesse un ristorante dove poter festeggiare il nuovo anno.

La nostra scelta è ricaduta su Hotel Les Loges, che si trova all’interno dell’ Écomusée d’Alsace.

In questo insolito hotel è possibile soggiornare in piccole case a graticcio tipiche alsaziane. Noi avevamo una camera su due livelli e con giardino. Sono dotate di tutti i comfort.

La cena era poi servita al ristorante “La Taverne”. Per la serata vi era un menu fisso con antipasto, piatto principale, dessert e vino. Abbiamo mangiato molto bene e grazie all’intrattenimento musicale non ci siamo accorti che fosse arrivata la mezzanotte.

Cosa vedere in città

Avendo solo un giorno a disposizione avevamo preparato un itinerario che ci permettesse di visitare a piedi la città e vedere luoghi e monumenti principali.

Place de La Réunion

Siamo partiti da Place de la Réunion, il cuore pulsante della città e sulla quale si affacciano gli edifici storici più importanti, la Cattedrale e le antiche case dai colori pastello.

Cattedrale di Saint-Etienne

Esempio di architettura neogotica, è il più alto edificio di culto protestante di Francia. Imponente ed elegante è il fulcro della piazza.

Il municipio

Per noi è uno dei municipi più belli mai visti. Spicca con il suo colore rosa in tutta la piazza. Fu costruito nel XVI secolo in stile rinascimentale e attualmente ospita il Museo Storico di Mulhouse.

Da Place de la Réunion ci siamo spostati in Rue des Rabbins, dove si trova la sinagoga della città. Questa sinagoga fu inaugurata nel 1849.

Uscendo dal centro storico, ci siamo diretti verso una zona da poco soggetta a riqualificazione.

Arte e murales

Qui si trovano gli edifici colorati sede de l’Haute École des arts du Rhin, un lungo muro dove si trovano tantissimi murales è una nuova passerella di 44 metri “Passerelle des Cicognes”.

Se amate i murales non perdetevi anche quelli che si trovano in giro per la città come per esempio in Grand Rue. Noi passeggiando ne abbiamo trovati tanti, uno più bello dell’altro.

Musei

A Mulhouse ci sono diversi musei davvero interessanti.

Noi con Holy non abbiamo potuto visitarli, ma nel caso foste da queste parti vi segnaliamo i più importanti:

  • Museo dell’automobile, che vanta la più vasta collezione privata di automobili al mondo (oltre 400 vetture d’epoca di ben 97 marchi diversi);
  • Museo dei treni, il più vasto polo museale dedicato al mondo della ferrovia in Europa, che raccoglie pezzi antichi e moderni dal 1827 ad oggi;
  • Écomusée d’Alsace, il più grande museo vivente all’aperto di Francia, che ricrea un villaggio alsaziano dell’inizio del XX secolo con più di 70 edifici storici provenienti da tutta la regione e una collezione di quasi 40.000 oggetti risalenti a un periodo compreso dalla metà del XIX secolo fino agli anni ’50.

Se il nostro itinerario ti è piaciuto, non perderti i prossimi dedicati al nostro on the road tra Alsazia e Lorena!

Ioviaggiocosi.
___________________________________________________________

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.