Ad inizio gennaio abbiamo inaugurato l’anno con un on the road meraviglioso in Francia alla scoperta di Alsazia e Lorena.

Nel nostro itinerario, che abbiamo cominciato a programmare verso fine dell’estate scorsa, abbiamo deciso di inserire Metz, città della regione Lorena, che nessuno di noi due aveva ancora mai visitato.

In occasione del nostro soggiorno a Metz, abbiamo avuto l’opportunità di collaborare con l’agenzia del turismo Inspire Metz e di scoprire la città grazie ad un programma personalizzato per noi.

La leggenda di Graoully

In rue Taison (una delle vie più belle, ricca di botteghe e localini), si trova una scultura che ritrae un drago simbolo della città: Graoully!
Questo animale mitologico, vissuto nell’arena di Metz, secondo la leggenda avrebbe devastato la città. Fu quindi cacciato dalla regione nel II secolo grazie all’intervento di San Clemente di Metz, primo vescovo della città.

Soggiorno

Durante il nostro soggiorno siamo stati ospiti di Novotel Metz Centre, albergo super centrale che permette di visitare ed esplorare a piedi la città.

E’ un hotel che offre numerosi servizi tra cui un ristorante, una terrazza con piscina, centro fitness e sale riunioni. La colazione è davvero ricca e per tutti i gusti.

Novotel Metz Centre si trova a fianco di un centro commerciale e pertanto gode di un parcheggio coperto in pieno centro.

L’hotel è pet friendly e la nostra Holy è potuta venire con noi anche nella sala colazione.

Itinerario

Siamo arrivati a Metz poco prima di pranzo e dopo aver lasciato i bagagli in hotel siamo corsi a cercare un posticino dove pranzare.

In seguito dopo aver ritirato le audio-guide all’ufficio del turismo, abbiamo cominciato il nostro tour a piedi alla scoperta della città.
Si tratta di un servizio davvero interessante poiché grazie ad una mappa è possibile seguire un percorso in totale autonomia e che attraverso l’utilizzo dell’audio-guida vi permette di scoprire storia, aneddoti e informazioni su tantissimi luoghi e monumenti della città.

Di seguito vi lasciamo il nostro itinerario a piedi, che abbiamo suddiviso in due giorni:

  • il primo giorno ci siamo concentrati sul centro storico e pedonale
  • il secondo giorno ci siamo spostati nel quartiere imperiale.

Giorno 1

L’itinerario del primo giorno ci ha portati alla scoperta della cattedrale, proseguendo con una passeggiata lungo il fiume Mosella, fino a raggiungere il quartiere dell’antica cittadella.

Cattedrale

La cattedrale di Saint Étienne ha da poco compiuto 800 anni ed è un esemplare di architettura gotica francese. La sua particolarità è legata alle vetrate colorate che occupano più di 6500 mq e sono state realizzate da grandi artisti, tra cui Marc Chagall.

Place de la Comédie

Qui si trova il Teatro dell’Opera, il più antico teatro francese ancora in attività.

Palazzo della giustizia

Attualmente questo edificio maestoso è sede del tribunale della città. Un tempo era la residenza del governatore militare reale.

Esplanade

Vicino al Palazzo della Giustizia si trova questo immenso giardino alla francese. E’ circondato da diversi edifici importanti come l’Arsenale, la chiesa di Saint Pierre aut Nonnains e la Cappella dei Templari.

Arsenale

L’antico arsenale è stato ristrutturato nel 1989 e riconvertito in sala concerti ed esposizioni.

Da notare che di recente Metz è entrata a far parte dei siti Unesco come città creativa per la musica. Qui infatti è nato il “canto Gregoriano”.

Place Saint Louis

Una piazza tipicamente medievale, caratterizzata dai portici. Un tempo era il luogo dove si svolgevano fiere e mercati. Durante il periodo natalizio si veste a festa ed è arricchita dai mercatini di natale.

Maison de Tetês

A due passi dal nostro hotel si trova questo antico edificio in stile rinascimentale, nota per le sculture sulla facciata.

Giorno 2

L’itinerario del secondo giorno ci ha portati alla scoperta del quartiere imperiale, il Centro Pompidou, passando per la stazione ed altri luoghi iconici.

Porte Serpenoise e Porte des allemandes

Sono due porte che permettevano l’accesso alla città. La prima è stata creata come rafforzamento della fortificazione cittadina e costituiva uno degli accessi principali.

La seconda, invece, è un’autentica fortezza posta all’ingresso Est di Metz e attualmente ospita delle mostre.

Place Mondon

E’ qui che abbiamo cominciato il nostro tour del quartiere imperiale. Si tratta di una piazza dove si trovavano la Banca imperiale (attualmente camera di commercio) e la Casa delle corporazioni (oggi sede di una banca).

Tour Camoufle

Questa torre faceva parte delle antiche mura della città di Metz. Era una delle due torri dell’artiglieria.

Avenue Foch

Dalla torre si raggiunge la celebre Avenue Foch, una lunga arteria dove si trovano tantissimi stili architettonici: neoromanico, neogotico, neorinascimentale e barocco.

Stazione centrale

Questa stazione è stata eletta come “più bella stazione di Francia” per il terzo anno consecutivo nel 2021. Non è difficile capirne il motivo. Fu costruita tra il 1905 e il 1908 in stile neoromanico renano. Questo enorme edificio conteneva gli appartamenti dell’imperatore e diverse sale di ricevimento.

Centre Pompidou

Dalla stazione abbiamo raggiunto il Centre Pompidou, dedicato principalmente all’arte moderna e contemporanea. A seguire il progetto di costruzione sono stati gli architetti Shigeru Ban, Jean de Gastines e Philip Gumuchdjian.

Siamo entrati a turno per visitare le due mostre che ospitava al momento: “Ecrire, c’est designer” e “Toi et moi, on ne vit pas sur la même planète”.

Museo della Cour d’Or

Tornando verso il centro storico siamo andati a visitare il museo della Cour d’Or.
Si tratta di un museo archeologico e artistico diviso in tre sezioni: arte gallo-romana e medievale, architettura medievale e rinascimento, opere dal Cinquecento in poi.

Il museo è gratuito e per godere appieno di tutte le collezioni presenti, vi consigliamo di dedicargli almeno un paio d’ore.

Dove mangiare

Come sapete amiamo viaggiare e scoprire prodotti e piatti locali. Grazie all’agenzia Inspire Metz abbiamo potuto scoprire l’enogastronomia della città e della Lorena in generale.

Il primo giorno a Metz su consiglio dell’agenzia siamo andati a Le Salon Bleu, dove abbiamo assaggiato un’ottima Quiche Lorraine. Si tratta di un locale con annessa boulangerie. Personale delizioso e tantissimi piatti deliziosi per un pranzo gustoso e molto local.

Quale altro miglior modo di scoprire prodotti tipici se non visitando il mercato coperto della città. Si trova di fianco alla cattedrale e all’interno troverete tantissime botteghe, alcune delle quali permettono di pranzare direttamente in loco come ad esempio “Chez Mauricette”. Qui noi abbiamo fatto una degustazione di prodotti tipici con un tagliere di salumi, formaggi e quiche lorraine. Il tutto accompagnato da una birra artigianale alle prugne Mirabelle.

Non sappiamo se lo sapete ma la prugna Mirabelle è tipica della regione Lorena. Con essa si producono birre, acquaviti e marmellate. A Metz tra fine agosto e inizio settembre si tiene una sagra in suo onore.

La sera del nostro arrivo siamo stati ospiti di un ristorante situato in un antica dimora privata del XVI secolo: Le Fleur de Ly.
Il menù offre piatti con alla base prodotti locali rivistati in chiave moderna.
Per noi è stata un’esperienza gastronomica sensazionale. Di seguito vi lasciamo le foto dei piatti che ancora ci fanno venire l’acquolina in bocca.

In viaggio con il cane

Visitare Metz con il cane è possibile!

Per questo dobbiamo ringraziare come sempre l’agenzia Inspire Metz che ci ha indicato parchi e giardini dove poter passeggiare con Holy.

La nostra piccola cagnolina ha apprezzato moltissimo l’area cani che si trova vicino al Centre Pompidou. Infatti mentre ci davamo il cambio per visitare il museo, lei si è divertita all’interno dell’area sgambamento cani.

Informazioni utili

Avendo due giorni a disposizione, abbiamo cercato di seguire il programma fornitoci dall’agenzia Inspire Metz, che ci ha permesso un’ottima infarinatura per scoprire la città.
Ovviamente non abbiamo visitato tutto (complice anche il fatto di avere Holy con noi). Per esempio non siamo entrati a visitare FRAC Lorraine, dove l’arte contemporanea è ospitata all’interno del più antico edificio della città. Qui potrete immergevi in mostre temporanee davvero molto interessanti.

Ci teniamo quindi a consigliarvi di contattare l’ufficio del turismo prima di arrivare a Metz o di consultare il loro sito dove troverete tutte le informazioni per visitare la città: www.tourisme-metz.com !

Ioviaggiocosi.
_____________________________________________________________
(in collaborazione con @tourismemetz Agence Inspire Metz)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.