Amiamo degustare vini, scoprire nuove cantine e ci luccicano gli occhi davanti a paesaggi costellati di vigne, ma non sempre ci è possibile partire o organizzare una gita fuori porta.
Di recente abbiamo fatto una fantastica scoperta.. abbiamo trovato il modo di viaggiare attraverso il vino anche quando siamo a casa.

Come? Grazie a Sommelier Wine Box!

Una startup innovativa

Sommelier Wine Box è una giovane startup fondata da tre appassionati di vini, di cui due fratelli e due amici fraterni: Luca e Sara Menato e Alessio Sevarin. 

La loro idea, nata nel 2017 al Vinitaly grazie all’incontro con una produttrice le cui parole, storia e passione per il vino li avevano letteralmente ammaliati, si è così tramutata in un vero e proprio progetto imprenditoriale. Vogliono far conoscere le storie dei produttori per far apprezzare fino in fondo ciò che si racchiude nella bottiglia.

“Una sfida che non finirà fino a quando non avremo raccontato tutte quelle storie.”

Da quel giorno hanno pensato a quale fosse il modo giusto per promuovere le piccole realtà italiane che producono vini eccellenti, mettendo al centro del progetto la storia della bottiglia e del suo produttore.
E sono arrivati ad ideare la box con 3 vini selezionati da esperti sommelier.

Come funziona?

Ogni mese viene offerto un viaggio inedito nei territori vitivinicoli italiani attraverso le box.
Infatti, dal loro sito è possibile acquistare o regalare una box, che cambia ogni mese e corrisponde ad una tappa. Ciò significa che le tre bottiglie scelte per quel mese sono legate tra loro da un filo conduttore.

All’interno della box si nascono sempre bottiglie eccellenti, insieme ai volti, alle storie, alla passione di chi quel vino l’ha fatto, con fatica e passione.

La Wine Box

La box ogni mese è possibile trovarla in due varianti:

  • Box Entusiasta
    Perfetta per chi è curioso e vuole lasciarsi stupire da vini speciali, contiene vini di qualità di piccole cantine italiane e ha un costo di 35€ (spedizione inclusa); 
  • Box Esperto
    Il regalo ideale per chi non si accontenta e cerca vini di nicchia, contiene sempre vini di qualità ma ancor più ricercati e costa 60€ (spedizione inclusa).

Si può acquistare con pagamento anticipato una o più mensilità oppure effettuare l’abbonamento (con recesso gratuito e in qualunque momento entro l’ultimo giorno del mese).

La cosa fantastica è che ogni mese la box segue una tematica che viene svelata ogni volta, al contrario delle cantine che vengono scoperte al momento della ricezione della Box.

Perchè acquistare o regalare una box?

Di sicuro per l’effetto a sorpresa! Personalmente non vedevamo l’ora di aprire la box e scoprire i vini, ma soprattutto le storie di chi ha prodotto quei vini.

Inoltre per chiunque, come noi, ama scoprire etichette meno conosciute, ma non per questo di minor qualità, la box è un’ottima idea.
La particolarità sta proprio nell’andare a ricercare sapori autentici e produttori innamorati della loro terra.

E se siete viaggiatori nell’anima, la box è un modo per viaggiare stando a casa. Un viaggio a tappe (soprattutto se sceglierete di abbonarvi) condotto da un sommelier volto alla scoperta delle storie, dei metodi di produzione, dei territori e delle persone che stanno dietro a quei vini.

La nostra box: Tappa #8

Abbiamo ricevuto la Tappa 8 guidata dalla sommelier Anna Cardin, migliore sommelier FISAR del 2015 e migliore sommelier donna del 2018 per Identità Golose.
E’ stato meraviglioso ricevere a casa dei vini, selezionati appositamente per farci percorrere un viaggio dal Veneto al Piemonte andata e ritorno, alla scoperta di grandi vini autoctoni.

” È una storia di appartenenza, quella del vitigno autoctono.

Si definisce autoctono rispetto a un territorio un vitigno che lì è stato impiantato per la prima volta: da quel momento, con quella terra ha stretto un legame speciale e solo in quel luogo sa esprimere il meglio di sé.

Questo mese faremo un viaggio dal Veneto al Piemonte: partiremo dalle calde sfumature del moscato giallo del Veneto per arrivare al nebbiolo – uva simbolo del Piemonte, raccolta quando le vigne sono già avvolte dalla foschia – passando per garganega, corvina, rondinella e molinara.

I vini che ne derivano sono autentici estratti dell’area d’origine: riflessi diretti della composizione del suolo, del clima, dell’altitudine, dell’esposizione e della bellezza di quel territorio.”

Le aziende proposte nella box sono: Vigna Ròda, Ghiomo, Dal Cero.

I vini proposti nella box sono i seguenti:

  • Colli Euganei Fior d’Arancio Spumante 2017 – Vigna Roda
    Un moscato giallo che ci piacerebbe provare a fine pasto con i lievitati tradizionali delle feste;
  • Langhe Arneis Fussot 2017 – Ghiomo
    Arneis che degusteremo con un buon piatto di pesce;
  • Valpolicella – Dal Cero
    Un vino rosso da accompagnare a piatti di carne, ma anche a primi piatti della stagione.

Sommelier Wine Box è un vero e proprio viaggio nella cultura enologica italiana. E la cosa interessante è che, mentre percorrerete questo viaggio, non sarete soli, ma guidati da “viaggiatori esperti” alla scoperta delle eccellenze del territorio.

Cosa state aspettando? Provate una delle loro box e volate alla scoperta di esperienze, emozioni e storie.

Ioviaggiocosi.
_____________________________________________________________
(in collaborazione con Sommelier Wine Box)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.